La libertà di essere CIVISSUM

“Ich bin ein Berliner” diceva John Fitzgerald Kennedy nel 1963 (“Sono un Berlinese”, n.d.r).
Una frase celebre rimasta nella storia come simbolo di libertà, ma anche il punto di partenza per CIVISSUM, brand francese nato nel maggio 2013 che, appropriandosi, a cinquant’anni di distanza, di una delle quote più famose della storia (appunto “Ich bin ein Berliner”) per metterla su una t-shirt bianca con un font di tipo minimalista, si è posto come obiettivo di lasciare ai “cittadini della moda” la possibilità di esprimere, liberamente, le proprie differenze culturali e le loro origini: da Berlino a Parigi, ma non solo.

CIVISSUM_1

Tokyo, Londra, Milano, Stoccolma, New York sono, infatti, alcuni dei luoghi tirati in ballo dalla  prima versione della collezione “Ich bin ein…” che, insieme ai personaggi utilizzati per la collezione FW2014, da Picasso ai Daft Punk, sottolinea l’importanza della frase di Kennedy e reitera lo stesso messaggio di libertà di essere e di espressione.

CIVISSUM_2

CIVISSUM_3

Se la scorsa collezione è stata sviluppata attraverso la contaminazione del pay-off con forme geometriche, grafiche e stampe all-over, per il prossimo inverno CIVISSUM, prima in occasione del SEEK di Berlino e poi per il CAPSULE di Los Angeles, ha presentato la sua speciale collaborazione con il Paris Saint German: “Ich bin ein Parisien”.

CIVISSUM_5

CIVISSUM_4

La collezione, che verrà esibita in esclusiva da Colette a maggio 2015 e sarà poi messa in vendita a partire dal luglio successivo, ha come obiettivo di portare in scena i valori del club calcistico e della città stessa che lo ospita: Parigi. L’assortimento è caratterizzato dalla stampa all-over della Tour Eiffel, simbolo per antonomasia della città, oltre che dalla più tradizionale stampa del brand.

CIVISSUM_5

L’idea di CIVISSUM risulta così forte nel suo minimalismo concettuale da rendere il marchio punto di riferimento nel panorama street-style, oltre che uno dei più amati dagli hipster di mezza Europa.

Per saperne di più o vedere l’intera collezione: www.civissum.com