Handle without care: Crash Baggage

Stanchi di vedere la vostra valigia ammaccata, aperta, rovinata o rotta sul tapis roulant degli aeroporti al vostro arrivo? Magari era anche nuova?

La soluzione viene da Crash Baggage, un brand italiano nata dalla mente creativa di Francesco Pavia, giovane designer veneziano.

La filosofia? “Maneggiare senza cura”. D’altronde lo sappiamo tutti che i nostri bagagli, per noi di inestimabile valore, sono un oggetto qualsiasi da lanciare, scheggiare, forzare, per molti degli operatori aeroportuali. Perché, quindi, passare tutte le ore di volo a rigirarsi sul seggiolino immaginando una qualunque terribile sorte per la nostra valigia?

crashbaggage_1

Con Crash Baggage rovinarla non sarà più un problema: già prodotta con le tipiche ammaccature provocate dall’uso, quelle nuove – e vere – non faranno altro che darle ancora più personalità!

La collezione è realizzata in abs/policarbonato, una plastica resistente agli urti, estremamente forte e leggera. Ogni modello ha quattro ruote multidirezionali che permette alla valigia di girare a 360 gradi; sono state poi pensate tre misure diverse (cabina – medio – grande) da declinare in sei colori; come se non bastasse, pesano pochissimo: i trolley da cabina non raggiungono i due chili! Last but not least, sono tanto sventurate all’esterno quanto bellissime all’interno: tasca, divisorio porta abiti e due cinghie che consentono di riporre i vestiti occupando poco spazio. Insomma, una vera e propria valigia per bene.

crashbaggage_2

La novità? Oltre ad essere antibotta è antismarrimento. Tutti i modelli Crash Baggage sono forniti della targhetta Follow My Bag che permette di collegarla ad un archivio online contenente i dati utili sempre aggiornati, come l’indirizzo, l’itinerario e il codice di volo. Anche in caso di smarrimento, quindi, potrete essere ricontattati da chiunque la trovi, il tutto con la massima garanzia di privacy.

crashbaggage_3

Non vi resta che programmare il prossimo viaggio ed usare una Crash Baggage.
Bon voyage!