Nuove Identità / Craig Green

Celato dietro una maschera, un imponente nascondiglio di legno, cartone o stoffa, trascina con forza lo stile in un’atmosfera dai richiami essenziali e catatonici dal forte espressionismo creativo. Ombre e riflessi, bianco e nero, costruzione e decostruzione.

craiggreen_1

Craig Green, recentemente laureato alla Central Saint Martin, sa come creare un abito e lo fa senza il pericolo di offrire al suo pubblico una scadente reinterpretazione di Martin Margiela. Con abilità, decostruisce invece di costruire e crea sovrapposizioni complicate, sdrucite e stropicciate. Ogni strato di tessuto sublima lo stile puro delle sue collezioni, siano esse monocromo o psichedeliche.

craiggreen_2

La sua abilità di progettazione non passa inosservata. Per questo Green assesta un colpo dopo l’altro collaborando con Christopher Shannon, Bally, Adidas Olympics e molti altri. Una voce singolare che avvicina con insolita padronanza il mondo dell’arte a quello della moda.

craiggreen_3

La sua prima collezione ha le sembianze di un paramento clericale, un totem mistico che diventa invisibile come il nero della notte e bianco come fitto smog. Gli ingombranti elmetti creati con scaglie di legno celano l’uomo che li indossa, riportando l’attenzione al camuffamento dell’identità. T-shirt sgualcite a manica lunga, abbondanti strati di tessuti leggeri contrapposti a materiali sfilacciati e rifiniti a taglio vivo, berretti tono su tono e pantaloni dall’appiombo perfetto. Indossabili o non, gli abiti appaiono in linea con la filosofia post-moderna e, senza alcuna pantomima, forse cercano di interpretare il profondo significato della moda attuale.

craiggreen_4

Se la collezione FW2013 è ermetica come un manto introspettivo, la collezione SS2014 sottolinea lo stile di Craig Green. Cappelli, bandane e maschere diventano una firma distintiva. I capi essenziali nei toni del nero, bianco e blu sono interrotti da blocchi psichedelici di tessuti slavati, scoloriti e dipinti a mano. Una potente miscela di silenzio e musica rumorosa sotto forma di moda, dove il mistero evolve in una rivisitata esplosione a tinte hippie.

craiggreen_5

Green crea menswear essenziale e concettuale, sportivo e casual.

craiggreen_6

craiggreen_7

La forte espressività dei suoi capi e la minuziosa ricerca artistica aggiungono al mondo della moda una nuova voce che in passerella eleva lo stile al concetto di arte visiva. Per dare un’occhiata alle collezioni e alle collabs di cui Craig Green è protagonista potete visitare il sito www.craig-green.com.