Incertitudes Sound Activated Clothing – Ying Gao

Di Ying Gao vi avevamo già parlato qualche tempo fa quando vagando per la rete eravamo incappati nella sua forte sperimentazione applicata alla moda. L’estrema delicatezza e genialità dei suoi progetti continua ad affascinarci. Alta tecnologia, sensibilità e concettualità. Le sue creazioni sono sempre legate ad un’Indagine profonda dell’interiorità umana e, come opere d’arte, rappresentano/interpretano/esplorano le problematiche, i disagi e gli stati per inviare un messaggio o invitare ad una riflessione.

ying_gao_2

La designer, ricercatrice e docente torna per aprirci le porte di un’altra dimensione grazie alla collaborazione con il designer di robotica Simon Laroche. Il nuovo progetto di Ying Gao è “Incertitudes Sound Activated Clothing“. Due abiti realizzati con plastica PVFD, spilli da sarto e elementi elettronici nascosti.

Il progetto è basato sull’idea di incertezza. Entrambi gli abiti sono attivati dalla voce dello spettatore. Attraverso il movimento degli spilli, l’abito coinvolge lo spettatore in una conversazione che è ricco di fraintendimenti ed incertezza.

ying_gao_3

Gao racconta così il suo progetto: “Gli individui sono oppressi dal tempo e dall’innovazione tecnologica; vivono in un presente diviso con un futuro incerto. Esistono in uno stato transitorio, sempre con l’ansia di muoversi per non “perdere il treno”, e credendo che non sono mai nel luogo giusto al momento giusto. Un individuo ipermoderno è un essere del qui-e-ora, sul quale fa pressione la logica dell’urgenza, e la paura del futuro”.

ying_gao_1

Il progetto “Incertitudes Sound Activated Clothing” è stato presentato durante la scosta New York Fashion Week e da ieri è presente alla Madrid Fashion Week e dal 14 e 15 Novembre al UQAM di Montreal e nella primavera 2014 al Textile Museum del Canada.