L’immaginario di Alison Scarpulla

Entrare nel mondo fotografico di Alison Scarpulla è come iniziare un viaggio sensoriale, dove la realtà si trasforma in uno spazio immaginifico fatto di colori, ombre e personaggi misteriosi.

Alison Scarpulla è una giovane fotografa professionista, nata e cresciuta a  Ronkonkoma, New Tork. Attraverso l’obiettivo crea un mondo parallelo, adatto ad una moderna favola dei fratelli Grimm. Le immagini sono spesso cupe, altre volte avvolte in un misterioso velo di tristezza e malinconia.

Come scatti rubati alla vita dei protagonisti, Alison non ci racconta chi sono o dove stanno andando i personaggi nelle sue fotografie, ma lascia viaggiare la nostra immaginazione mostrandoci un frammento della loro esistenza.

Trae ispirazione dagli oggetti di un tempo passato, vecchi film, vecchi libri e dagli oggetti scovati nei mercatini delle pulci che popolano i sobborghi di New York. Tutti elementi che poi, in una forma o nell’altra, l’osservatore riesce e cogliere nella complessità dell’immagine.

Il suo stile fotografico è frutto di una continua sperimentazione in camera oscura tra materiali e luce. L’utilizzo di pellicole scadute e di lenti fotografiche umide o bagnate, sono alcune delle tecniche che Alison utilizza per creare quell’effetto di luce sgranata e desaturata che solo una pellicola non digitale può ancora regalare.

Ma poco importa la tecnica se ciò che Alison riesce a creare è una semplice magia, fatta di carta, luce, pellicola.

Quel materiale di cui sono fatti i sogni: Alison Scarpulla