Ricardo Andrez, il nuovo volto del menswear

C’è un nuovo arrivato nel panorama internazionale della moda, e si chiama Ricardo Andrez: cresciuto ad Oporto, ha studiato alla scuola di marketing e design Citex. Fino a qui – voi penserete – niente di speciale. Invece Ricardo ha dimostrato in breve tempo che, in un Paese come il Portogallo, sprovvisto di una vera cultura dello stile, i designer emergenti non mancano affatto.

Nella stessa direzione, fortunatamente, continua a muoversi l’iniziativa ModaLisboa, la settimana della moda nella capitale portoghese, che da oltre 20 anni si conferma una grande fucina di talenti in erba. All’ultima edizione, il giovane stilista, con la sua collezione FW2012-13 chiamata Just Pretending, è riuscito a suggestionare pubblico e buyer internazionali.

Dal 2006, anno d’esordio per il suo marchio di menswear, di strada ne ha fatta, ma l’obiettivo è rimasto invariato: fondere insieme riferimenti urbani e tradizionali, utilizzando il guardaroba maschile come infinito argomento di ricerca. Seppur l’abbigliamento street, in tutte le sue declinazioni, forme e composizioni, sia quasi giunto alla saturazione, Ricardo Andrez è stato infatti capace di riproporre un’inedita estetica del confort, giocando d’audacia e facendo leva sull’anti-stereotipizzazione di genere. Lunghe maglie indossate come abiti, tuniche al ginocchio, poncho trasformati in sai postmoderni: nessun intento provocatorio, solo tanto divertimento creativo.

I colori non mancano, sembrano attinti da una tavolozza di fine estate, quando il rosa delle pesche lascia spazio alle sfumature delle foglie – rosse, bordeaux, brune – quasi a volerci accompagnare verso l’imminente stagione a poco a poco, per evitare sbalzi bruschi e improvvisi. Anche i dettagli décor provengono dalla natura, ma una natura geometrizzata e astratta, tra s-combinazioni di righe alternate, applicazioni argentee e pied-de-poule ingranditi.

Fantasie che aiutano ad ammorbidire le strutture dei capi insieme alla scelta del tessuto: lana o cotone. Non dobbiamo infine trascurare qualche piccolo dettaglio, tra cui le tasche in cuoio dei pantaloni slim o le manopole in pelle naturale, infilate ai polsi tali e quali a bracciali di gomma – impossibile perderle.

Da non lasciarsi sfuggire è anche il il sito web di ModaLisboa, www.modalisboa.pt, per rimanere sempre aggiornati sui prossimi eventi portoghesi e ispanici, nonché il blog di Ricardo, ricardoandrez.blogspot.it, dove poter sbirciare fotografie, video e precedenti collezioni.