Verso la Terra Promessa

Titolo: Verso la Terra Promessa (La Spezia Porta di Sion).

Autori: Andrea Campanella, Sergio Ponchione.

Casa Editrice: Cut-up.

La città della Spezia è conosciuta come Porta di Sion. Alla fine della seconda guerra mondiale il Golfo della Spezia divenne infatti la base di partenza degli scampati ai lager nazisti, che ora guardavano al mare con la speranza di lasciarsi alle spalle l’Europa degli orrori e di raggiungere la Terra promessa.

Verso la Terra Promessa (La Spezia Porta di Sion), realizzato per il Premio Exodus 2011, racconta, sotto forma di fumetto, la concitazione che si viveva nella città di La Spezia nel maggio del 1946. Al porto della Spezia erano pronte a partire due imbarcazioni, la Fede di Savona e il motoveliero Fenice, che avrebbero condotto 1014 profughi ebrei nella loro “terra promessa”, Israele.

Tutto era pronto, ma alcune navi inglesi bloccarono l’uscita dal porto delle due imbarcazioni venendo a creare così una situazione di crisi internazionale. I profughi a bordo della nave dichiararono lo sciopero della fame e riuscirono così ad attirare l’attenzione delle maggiori autorità inglesi (autorizzate a controllare l’afflusso in Palestina) che cedettero alle volontà dei profughi.

Questa breve ma significativa graphic novel, scritta da Andrea Campanella e disegnata da Sergio Ponchione, riesce nell’intento di mostrare tutta la solidarietà e l’accoglienza della comunità e delle autorità spezzine che nel corso di quegli anni accolsero migliaia di quei profughi ebrei scampati ai lager nazisti e in attesa di raggiungere via mare una terra che, quasi per antitesi, negli anni che verranno, ospiterà il sanguinoso conflitto arabo-israeliano.

Il sito www.cut-up.it