Ray-Ban meets Rock’n Roll

Questa è una data segnare, come tutte quelle ricorrenze che celebrano i miti della storia del Rock, invincibili. Dal 23 maggio al 12 giugno, allo Spazio Tortona 32 di Milano, Ray-Ban festeggia i 75 anni del marchio e lo fa con una raccolta fotografica, immagini e personaggi che lo hanno reso un simbolo inconfondibile di stile, mistero, anticonformismo. L’occhiale da sole ha sempre avuto un impatto fondamentale nell’iconografia del rock, un po’ da sbronza post nottata folle, un po’ da divo irraggiungibile che schernisce da folla.

Never Hide Noise. An History of Rock’n Roll  raccoglie trenta scatti di fotografi famosi, da Don Hunstein a Daniel Kramer, celebrativi del brand e del suo significato intramontabile. Lou Reed indossa un paio di Ray-Ban sulla copertina del 45 giri di Walk on The Wild Side del 1972. Lo stesso fa Bob Dylan, tenendone un paio in mano sulla copertina di Hightway 61 Revisited. Dai Wayfarer indossati dai The Blues Brothers, agli Aviator di Jim Morrison.
Non si tratta di pura estetica. Si tratta di stile, phatos, espressione. Quando un oggetto poteva ancora rappresentare simbolicamente un modo di vivere, genio e sregolatezza.

La mostra è organizzata da Luxottica, in collaborazione con XL di Repubblica.