Autoctona: amuleti e minimalismo

Abbiamo fiuto per i designer con la D maiuscola. Un anno fa vi abbiamo presentato Autoctona, un marchio creato da Alessandra, designer italiana ma con base a Londra. Una creativa con una grande passione per gioielli e viaggi, una vera globetrotter creativa. La sua nuova collezione, Nocturama, nasce dal desiderio di reinterpretare l’amuleto. Un simbolo ricco di significati per la designer che lo ha riscoperto proprio grazie ai suoi viaggi e alla ricerca delle diverse culture, per poi tornare a quella della sua terra nativa: la Sardegna, colma di figure significative, materiali preziosi e colori affascinanti.

Temi ricorrenti sono amuleti e simboli incisi sui gioielli come corna, mani e denti. Alessandra crea anche nuove rappresentazioni grafiche di questi ultimi come il quadrato, il triangolo e il cerchio. Ogni singola espressione grafica ha significati numerici, psicologici e simbolici che vediamo negli anelli, nelle collane intrecciate a fili di nylon colorati a mano di fuxia e giallo, nelle cinture, orecchini e nei bracciali. Quest’ultimo nasce per essere indossato anche come una cavigliera: disponibile in cinque sfumature di colori per le corde di nylon che lo intrecciano e sul retro del bracciale sono incisi una mano, un occhio o un dente.

Materiale principale, assieme al nylon, è il bronzo, disponibile in 3 colorazioni differenti come bianco, oro e rame che forniscono la giusta modernità a questo antico materiale che dura nel tempo. Le tre tonalità di metallo permettono di interagire perfettamente con le corde di nylon colorate.

Quasi tutti i pezzi sono unisex: caratteristica della collezione 2012 che dona ancora contemporaneità all’intera linea.

Per info visitate il sito www.autoctona.net