Abbastanza comode per fuggire. HeavyMachine

Il brand HeavyMachine nasce nel 2009 in risposta ad uno dei problemi che più affliggono il guardaroba femminile: come coniugare la sensualità e la sicurezza di un tacco ad una scarpa che però non sia scomoda? Le due designer Michelle Wu e Yojyo Pan hanno dichiarato che poco prima di dare vita al loro marchio, erano alla ricerca di una scarpa che fosse in grado di rispondere a tale esigenza: “abbiamo pensato al bisogno di scarpe che rappresentino il nostro punto di vista, e che siano anche agevoli per fuggire, in ogni occasione. Non abbiamo trovato nulla nel mercato simile a quello che cercavamo, quindi abbiamo creato le nostre”.

L’ispirazione è senza dubbio di matrice industriale, date le linee forti decise e taglienti dei modelli. Anche il nome del marchio stesso riprende questo concetto, in cui le calzature sono viste come robusti macchinari al servizio del piede femminile. Scarpe con un appeal avveniristica, che sembrano assemblate da varie componenti di un’astronave dai materiali e dai colori più svariati.

Enquire aveva già riconosciuto il valore di questo marchio e ora ne riparliamo ad un anno di distanza perché la collezione SS 2012 non tradisce la filosofia della maison, e strizza l’occhio alla bella stagione in arrivo. I modelli dai colori sia vitaminici che pastello, gialli, verdi, turchesi e fango, sono combinati su modelli strutturati e tacchi scultura. I materiali spaziano dalla pelle allo suede, passando per il legno ed il metallo.

Una scarpa HeavyMachine è senza dubbio in grado di dare una marcia in più a qualsiasi outfit.Calzature che corazzano il piede di una donna pronta a falcare fiera e temeraria nelle strade del mondo. I prezzi non sono propriamente accessibili, ma il costo è certamente dovuto ad una manodopera altamente specializzata e ad un uso svariato di materiali e colorazioni. Confidiamo quindi nei saldi. Fino a quel momento è possibile sbirciare la collezione visitando il sito www.heavymachinedesign.com

Insomma, per riassumere in una frase la filosofia di Michelle Wu e Yojyo Pan basti ricordare che mentre i tradizionali tacchi alti hanno spinto le donne a sacrificare il comfort per il look, HeavyMachine offre scarpe “abbastanza comode per fuggire”.