Elliott Erwitt: il Woody Allen della fotografia

Così è stato presentato Elliott Erwitt all’incontro organizzato dalla Fondazione di Venezia, tenutosi il 30 marzo 2012 all’Auditorium Santa Margherita.
Il famoso fotografo, dal 1953 personaggio di spicco della nota agenzia Magnum, è stato in laguna per presentare la sua mostra Personal Bests, inaugurata il 29 marzo e curata da Denis Curti, alla Casa Tre Oci in Giudecca, dove l’artista propone numerosi dei suoi scatti preferiti.

Arriva verso le undici appoggiandosi ad un bastone, con in cima una trombetta.

Dopo una calorosa premessa e presentazione, Elliott inizia a parlare al suo pubblico in italiano per poi continuare in inglese; sfoglia le sue fotografie descrivendole con poche parole facendo sorridere gli spettatori, il cui sguardo rimane fisso nello schermo dove esse vengono proiettate: immagini ironiche e buffe di situazioni quotidiane, ma anche scatti storici o ritratti di molte icone quali Marilyn Monroe, Che Guevara, Andy Warhol.

Si concede poi alle domande di studenti e non solo.

L’incontro si conclude con la visione di uno dei suoi cortometraggi Beauty knows no pain, realizzato nel 1971, dove viene raccontato in venticinque minuti un campo di ragazze pon pon.

L’esposizione, che vi consigliamo caldamente di visitare, resterà visibile fino al 15 Luglio.

Maggiori informazioni www.fondazionedivenezia.org