I ♥ wooden shoes with Durbuy

Una cosa bisogna ammetterla, ormai lo zoccolo è diventato onnipresente. Osannato, lodato, criticato è stato proposto negli ultimi anni in tutte le salse. Tacchi in legno, altissimi e non, hanno svettato sull’asfalto delle città più diverse, sotto forma di stivaletti o di stringate, in legno chiaro o scuro. Lo zoccolo è stato declinato nei modi più diversi e siamo sicuramente lontano dai tradizionali sabot che eravamo abituati a vedere.

I designers si sono sbizzarriti e per gli estimatori del genere ecco un altro brand che ha fatto della suola in legno una religione. Si chiama Durbuy, è un marchio giapponese che tiene fede alla tradizione folkloristica da cui lo zoccolo proviene ma lo rivede ovviamente con l’occhio di oggi e soprattutto dal punto di vista tipico del sol levante.

Durbuy viene infatti fondato nel 2004 dalla designer Yurika Nakatsu, una giovane 27enne di Fukuoka, che non si è limitata a progettare un’intera linea basta sullo zoccolo ma ha anche riversato la sua vena creativa sull’occhialeria e la pelletteria.

Considerando la collezione estiva di quest’anno, al primo sguardo si nota il legame che viene mantenuto con la tradizione popolare di questa calzatura. Compaiono decoltée con motivi geometrici folk coloratissimi e naturalmente compare anche il sabot.

Le forme sono molto più vicine alla concezione che abbiamo oggi dello zoccolo, mancano del tutto i chiodi ai lati della punta, ad esempio, e si nota una pulizia delle linee e una cura degne di un designer giapponese. Sono presenti anche forti riminiscenze anni ’70, se si considerano soprattutto i sandali e le stampe, mentre i sandali a ciabatta ci riportano agli anni ’50 anche se non hanno il tipico tacco a spillo.

Una linea varia, basica e senza pretese che fa della calzatura con fondo in legno il suo marchio di fabbrica declinato in modo diverso per ogni stagione. Per vedere le altre collezioni e trovare lo shop online più adatto, visitate: www.durbuy-products.com