Vinyl Shop: Marina & The Diamonds

Artist: Marina & The Diamonds.

Title: Electra Heart.

Year: April 30, 2012.

Where: Wales/Greece.

Shelf: Indie, Pop, Electronica.

Who?

Oramai l’attenzione è tutta su Lana Del Rey. È la nuova Lady Gaga, qualsiasi cosa lei faccia sembra che – agli occhi dei media – gli altri vogliano emularla, sempre e comunque. Così accade che il nuovo progetto audiovisivo di Marina & The Diamonds, sulle scene prima che il ciclone Del Rey si abbattesse sul web (e poi sulle classifiche mondiali), rischi di passare inosservato, o ancora peggio, di sembrare una brutta copia di quel revival del sogno americano ‘anni 50 in salsa Monroe, proposto dalla “starlette” dalle labbra botulinate. Come dicevamo, Marina Lambrini Diamandis è in giro da un bel po’. L’abbiamo vista emergere nelle sembianze di un automa in I Am Not a Robot, pezzo dalle venature new wave, che parte con un piano à la Regina Spektor per poi evolversi in un anthem-pop con echi di Florence and The Machine. E come dimenticare il primo album, The Family Jewels, dove figurano – alla produzione – nomi quali Richard Stannard (Ellie Goulding, Little Boots) e Liam Howe (Placebo, Emilíana Torrini).

What?

Il prossimo 30 di aprile, a distanza di due anni dal debut album, uscirà finalmente il secondo lavoro di Marina & The Diamonds, Electra Heart, un concept work sul “lato corrotto dell’ideologia americana”, una sorta di contro-mossa rispetto alla nostalgia filo-Hollywoodiana anni ’50 proposta da Lana Del Rey. Anticipato dai singoli promozionali Radioactive (rilasciato lo scorso settembre) e Homewrecker  (scaricabile gratuitamente sul sito ufficiale della cantante), e preceduto di qualche giorno dal singolo di lancio Primadonna, il disco vede la collaborazione di nomi importanti: Swedish House Mafia (in Power and Control), Stargate, Dr. Luke, Diplo e lo storico collaboratore di Björk, Guy Sigworth. Homewrecker, la traccia in free download, racchiude il senso dell’intero lavoro, musicalmente orientato verso sonorità elettroniche dal risvolto “dark”. Le stesse tracce già rilasciate (e accompagnate da video promozionali), Starring Role e Fear & Loathing, dimostrano quanto Marina abbia le idee chiare su ciò che circonda il “bosco di agrifogli”. She Is Not a Robot.