Busdriver: nuovo album e free download

Uno dei buoni propositi per il nuovo anno – per quanto riguarda la sezione Musica di Enquire – è quello di tenervi aggiornati sulle uscite discografiche di artisti indie che secondo il nostro personale “goût d’oreille” segneranno questo 2012. Dopo il British sound dei Citizens! questa è la volta di Busdriver, artista eclettico di Los Angeles che propone un genere tra l’hip hop e l’elettronica, tra il rap e il canto, e in procinto di pubblicare il suo nuovo album, Beaus$Eros, la cui uscita è prevista per febbraio.

Uno dei nomi di punta della scuderia Fake Four Inc., etichetta indipendente che si occupa soprattutto di musica hip hop sperimentale ed elettronica, Busdriver ha appena reso pubblico un altro pezzo dall’album di prossima pubblicazione, la giocosa Bon Bon Fire, al limite tra la parodia di un pezzo dei Black Eyed Peas ed un esperimento di avant-rap, e dove il freestyle narrativo, fatto di versi spediti e cantilenati, incontra un ingegnoso “arrangement” sonoro che conquista al primo ascolto.

Prima ancora di questa traccia, che farà ballare chiunque avrà il piacere di ascoltarla, Regan Farquha (vero nome di Busdriver) ha avuto modo di pubblicare anche il video per il primo singolo estratto dall’album, Kiss Me Back To Life, con un concept che ricorda quello di Gimme Some More di Busta Rhymes, in cui il rapper statunitense, attraverso un “fish-eye”, giocava con elementi filosofici e psichedelici, soltanto come la musica black old-school era in grado di fare.

Del nuovo album si sa ancora poco, se non che sarà presente un’altra traccia, No Blacks, No Jews, No Asians, disponibile in free download sul sito ufficiale dell’artista e prodotta da Loden (al secolo Jolan Koks), già al lavoro con K-the-I, Open Mike Eagle e Thirsty Fish. Il pezzo – come buona parte della discografia di Busdriver – ha una sua valenza politica che corre tra le rime veloci, quasi incomprensibili. Potete scaricare gratuitamente il brano, in attesa dell’intero album, cliccando qui.