A Merry Fashion Christmas in London

È tradizione: Londra a Natale è soprattutto shopping! Anche se interessata da numerosi cantieri di lavoro, causa Olimpiadi prossime venture, fino al cinque gennaio la città continuerà ad offrire ai suoi affezionati visitatori il meglio di sé, tra negozi, vetrine e decorazioni. Il punto di riferimento, oltre al West End con Oxford Street, Regent Street, Carnaby Street e Covent Garden, rimangono però i classici mercatini.

Winter Wonderland, villaggio natalizio in puro stile germanico che si trova ad Hyde Park, è senza dubbio quello più di tendenza grazie ad idee regalo per tutti i gusti e le tasche, tra arredamento per la casa, quadri, moda, vintage, gioielli, oggetti di design. Seguono, nella corsa all’ultimo acquisto, magari intervallato ad un concerto di Rihanna, George Michael oppure Sterephonics, il Christmas Market at Camden Town, Portobello Road, Greenwich Market e Cologne Christmas Market.

Per gli appassionati di artigianato, nulla di meglio del Designers & Makers a Somerset House, grande mostra-mercato di gioielleria, ceramica e cristalleria a prezzi abbordabili. Ben quaranta affermati designers (anche Makiko Nakamura, partner di McQueen in alcune collaborazioni, con i suoi candelieri e porta-torta), per regali a partire da 20£, fino a 200.

Ma in questo scampolo di 2011, non poteva mancare un festeggiamento all’insegna del fashion: “Buon compleanno Dazed & Confused!”. In concomitanza con la pubblicazione del libro 20 Years of Dazed & Confused: Making It Up As We Go Along, una retrospettiva celebra i vent’anni di storia del magazine londinese.

Fondato da Jefferson Hack e dal famoso fotografo Rankin nel 1991, si è da subito distinto come piattaforma creativa, con la sua attitudine irriverente e fuori dagli schemi della press britannica, concentrando assieme figure provenienti da diversi campi, in straordinarie interviste ed originali apparati iconografici, sia offline che online su DazedDigital.com.

Il tutto curato ed allestito da Somerset House, attraverso un’installazione multimediale composta di una varietà di materiali; da servizi fotografici a contenuti editoriali, copertine simbolo ed opere d’arte. Si contano fotografi del calibro di Rankin, Nick Knight, David Sims e Terry Richardson, artisti come Jake & Dinos Chapman, Damien Hirst e Sam Taylor-Wood. Per non parlare poi delle pagine d’avanguardia degli stylists Katie Grand, Katy England, Alister Mackie e Nicola Formichetti, o della parte dedicata ai giganti della moda Vivienne Westwood e Gareth Pugh, nonché due stanze riservate alle collaborazioni con Alexander McQueen.

Regalarsi a Natale, o per le festività, ben due decadi di storia contemporanea: ne vale proprio la pena.