Postmodernism Style and Subversion 1970-1990

Al Victoria & Albert Museum di Londra, fino al 15 gennaio 2012 è possibile visitare una grande mostra-evento dedicata al PostModernismo intitolata POSTMODERNISM, Style and Subversion 1970-1990. Molti sono gli ambiti toccati dagli artisti di questo periodo artistico, l’architettura (dal 1960 al 1970 molte furono le sperimentazioni con gli stili architettonici del passato) il design, l’editoria (Domus, i-D), la moda e la musica.

Considerato uno dei periodi artistici tra i più controversi, mix instabile di teatralità e teoria, le opere nate durante questo periodo sono visivamente eccitanti, “forti” di uno stile multisfaccettato e esuberante che riusciva a passare dal colorato al degradato, dal ludico al lussurioso.

La volontà di questi artisti, rivoluzionari e ironici, era di prendere le distanze dalla visione utopica dei modernisti, basata su concetti di chiarezza e semplicità. Per contrasto, i postmodernisti volevano che la loro arte funzionasse come uno specchio rotto, creando una superficie riflettente fatta di tanti frammenti.

La complessità e la contraddittorietà ,divennero le basi su cui si strutturò tutto il PostModernismo. Tra i simboli assoluti di questa fase, Andy Warhol con la sua rappresentazione del consumismo e Milano, capitale spirituale del postmoderno e del radical design italiano.

La mostra raccoglie più di 200 opere dal 1970,anno considerato inizio di questa fase artistica, fino al 1990. Tra gli artisti : Andy Warhol, Robert Longo, Martine Bedin, Hans Hollein, Ron Arad, Aldo Rossi, Rei Kawakubo, Vivienne Westwood.

Un bell’appuntamento da segnare in agenda per le vacanze natalizie!
Per informazioni visitate il sito: www.vam.ac.uk