One Trax Minds On The Road

Abruzzo shouts California! I One Trax Minds sono un energico quartetto abruzzese la cui musica richiama alla mente band come Clash, Social Distortion, U.S. Bombs e Stiff Little Fingers.
Dopo il precedente album eponimo, i quattro punkers tornano in pista con un EP composto da sei tracce (di cui una video): Spit, Debts & Tears,  il tutto firmato Indelirium Records, chiarisce ogni dubbio circa l’attitudine della band, a partire dal titolo.
Noi di Enquire li abbiamo ascoltati in una tappa del loro tour con i conterranei Bones Bag e – rimasti affascinati da un mix di ritmo trascinante, potenza ed una bella voce rauca – non abbiamo potuto esimerci dal fare loro qualche domanda.

Domanda ormai di rito: “One Trax Minds”, come avete scelto questo nome?

Il nome deriva da una canzone di Johnny Thunders per noi di grande ispirazione, inoltre, avere una “one track mind” (mente a senso unico, ndr) significa essere ossessionati da qualcosa, averla sempre in testa, pensarci in continuazione, e tutto ciò ci si addice molto.

Se doveste descrivere la vostra musica in tre parole, quali scegliereste?

Rock and roll!

Siete andati in tour con gli statunitensi River City Rebels e ora ne state portando a termine uno con gli italiani Bones Bag. Se aveste la possibilità di collaborare con un altro gruppo, scegliereste una band italiana o una straniera?

Sì è esatto, con i River City Rebels per due settimane e con i Bones Bag più di una volta dato che siamo compaesani e come dei fratelli. Se potessimo scegliere, sicuramente una band straniera da cui potremmo anche imparare qualcosa.

Suonate sia in Italia che all’estero: che differenze avete riscontrato?

Dal primo momento in cui siamo usciti dall’Italia abbiamo subito notato una certa differenza e questo non è per screditare il territorio italiano, ma concerti indimenticabili in casa ne abbiamo fatti davvero pochi. All’estero veniamo trattati meglio, la gente segue molto di più l’ambito musicale e riconosce la figura del musicista.

Cosa ne pensate della scena musicale italiana?

Per quanto riguarda la nostra linea non crediamo ce ne sia una. In Italia abbiamo band fantastiche che potrebbero invidiarci, ma non abbiamo abbastanza club, label, fanzine, promoter per avere una vera e propria scena musicale.

Raccontateci il vostro live migliore.

Il migliore? Difficile da dire. Al momento direi Parigi, La Miroiterie, più o meno un anno fa, non fu uno tra i migliori live tecnicamente parlando, ma sicuramente uno tra i più selvaggi, il pubblico andò totalmente fuori di testa.

La vostra prossima data?

Il 10 dicembre a Berlino, suoniamo per celebrare i sette anni del locale CLASH.

Progetti futuri?

Ora uscirà il nuovo disco e il nuovo video, quindi saremo in tour molto spesso e dopo ciò suonare, suonare e suonare!

A chi ancora non vi conosce, date un buon motivo per ascoltarvi.

Se vi piace il vero punk-rock ‘n’ roll con attitudine e passione, siamo la vostra band.

One Trax Minds on Myspace.