JOjo thinks different. Very eco-friendly

Scarpe, scarpe, scarpe e ancora scarpe. Anche adesso: scarpe. Questa volta, però, davvero con un tocco folle e soprattutto eco-friendly, come ci piace tanto. Un ”think different” notevole che nasce dalla mente di Christoph Nagel e Matthieu Vaxelaire, o meglio Chris e Mat, due amici di Bruxelles che non hanno lasciato che il loro brand venisse solo incasellato come etico e diverso, perché la differenza l’hanno fatta realmente.

Il progetto nasce nel 2008 dopo la scoperta, durante un viaggio in Sud America, di una scarpa davvero comoda, leggera e che segue la forma del piede proprio come una benda, creata dal designer Joachim. L’idea di questa scarpa è di unire la moda e l’ecologia, senza tralasciare la comodità, tutto in unico prodotto: le Jojo appunto, in parte scarpe e in parte benda. Create interamente in cotone naturale, da aziende che rispettano le norme ambientali, sono disponibili in tre modelli a seconda del gusto personale, senza distinzioni tra uomo e donna: Basic, Plain e Pop.

Il vero think different del marchio nasce, però, con la spedizione del prodotto. Mat e Chris sostengono che la cosa migliore per un marchio emergente sia avere uno shop online, ma il problema dello shop online, o meglio delle spedizioni, è il costo elevato. Perché, allora, non trovare un’altra soluzione? Loro lo hanno fatto con i piccioni.

Inutilizzati dai tempi della Seconda Guerra Mondiale, i piccioni viaggiatori tornano in auge grazie al loro esperimento di utilizzarli per ridurre i costi di spedizione ed aiutare il pianeta. Un’idea certo stramba, ma che con il tempo si è trasformata in un’ottima trovata.

La cosa funziona così: si chiede al cliente una foto della città in cui vive, del quartiere, della casa, dei vicini e del cliente stesso. Si fa memorizzare il tutto ai piccioni, perché è dimostrato da alcune ricerche che i piccioni hanno una buona memoria e si orientano grazie ad essa; si prepara il packaging, si lega il tutto al piccione e la spedizione parte. In qualche giorno sarà tutto ricevuto a casa con zero spese, zero inquinamento e il pacco intatto. Altro che pensiero laterale, sono dei veri geni.

Se poi si pensa che la parte ecologica non finisce qui, viene davvero voglia di stringergli la mano. Jojo, infatti, tira fuori sempre il meglio e tra i tanti progetti che porta avanti, c’è anche quello di partner di Tree-Nation e The Water project, due iniziative no-profit che si occupano rispettivamente della lotta al cambiamento climatico e della costruzione di pozzi e sistemi di filtrazione delle acque piovane in Sierra Leone. Entrambe fanno parte del piano di azione delle Nazioni Unite all’interno del Progetto del Millenio, con obiettivi concreti fissati per il 2015. www.jojoproject.com