I can be (sensual) fantasy. Bronwen Marshall

Bronwen Marshall, 28 anni, laureata alla Royal Accademy of Art di Londra, è una designer con le idee molto chiare ed uno stile inconfondibile. Architettonica, sensuale, astratta e allucinata, Marshall, crea un’identità stilistica a patchwork che fonde insieme una visione inusuale ai suggestivi classicismi sartoriali.

Uno stile evanescente, irregolare e inquieto che trova la sua unicità nello studio del desiderio umano, della paura e della creatività erotica. Il magazine Dazed Digital la descrive “bello e spaventoso” e Bronwen Marshall sembra trovarsi a proprio agio con questa definizione.

Ispirata dalla musica che colleziona e da un’immaginazione futuristica, la designer focalizza l’attenzione della sua linea menswear sulle atmosfere cupe dei film horror, popolati da entità malefiche e creature risorte dall’oltretomba in uno scenario apocalittico.

Amante del disegno, della moda e dell’astrattismo, Marshall, confonde l’identità dell’uomo con quella di una semplice essenza ben vestita, con una spiccata cura per i dettagli e una minuziosa scelta di tessuti monocolore e textures fantasia.

La sua collezione FW11, dal titolo Heart Shirts, ruota attorno allo sviluppo di una camiceria fuori dagli schemi, in cui a farla da padrone sono i tagli. È la storia di un cuore che esplode sulla più basica delle camicie da uomo; il rosso ed i suoi toni sono l’unica frattura tra i colori freddi del tessuto, come le sfumature del grigio, l’anonimato del bianco e la forza netta del nero. Le geometrie tessili si incastrano tra loro come in un puzzle. Le fantasie si scompongono, confluendo in un unico universo chimerico che dà vita ad una collezione eleborata, mistica e ricca di rifiniture.

Una moderata eleganza scenica che non dimentica le regole dell’indossabilità dei capi, essenziale per definire e bilanciare il ricercatissimo approccio visionario della stilista, che trasforma i consueti abiti in couture d’artista. Una collezione immaginaria e catartica che, come definisce la stessa Marshall, “è il più lontano possibile dall’universo tangibile”.

Sul suo sito potete vedere i suoi lavori precedenti, dagli schizzi alla collezione preparata per il RCA Final Show, tutti molto suggestivi. www.bronwenmarshall.com