Kristy Ward: Unconventional structures

Nasce in Inghilterra, nell’Oxfordshire. Si diploma nel 2008 presso la Central Saint Martin di Londra. Lavora in Italia per Alberta Ferretti un anno e mezzo. Nel 2010 fonda il suo marchio e nel 2011 ecco la consacrazione come astro nascente della moda inglese. Questo è in sintesi il percorso della designer Kristy Ward. Quando si parla di lei e del suo stile incofondibile si parla di tagli imprevedibili e profondissimi, di strutture definite e grande ricerca nelle forme. Si parla anche della sua passione per gli accessori che non sono solo ornamento ma si fondono con la collezione, unendosi ai tessuti riprendendone le cromie.

La collezione invernale pensata da Kristy è ricca di trasparenze e gioca con le stratificazioni tra tessuti e colori. All’interno di questa indagine-illusione ottica fanno capolino maestose collane i cui materiali sono un mix tra cristalli e metalli, mohair e voile trasparente. L’ornamento diventa fondamentale ed inseparabile dal capo, soprattutto dal punto di vista cromatico. Tutto ruota attorno a tonalità dorate e dell’arancio bruciato intervallate da esplosioni di nero e di bianco.

Ogni modello concepito da Kristy si mostra alla vista in un modo nuovo, grazie alle sovrapposizioni e ai tagli effettuati si creano linee che s’intersecano destrutturando totalmente l’immagine di una gonna o di un cappotto. Non si esplorano volumi impossibili ma alternative nuove di qualcosa già esistente. Ogni capo nasce da un intervento ma, nonostante questo, rimane solido nella sua forma elementare; assume un tono nuovo, si trasforma in un oggetto impalpabile ma, nello stesso tempo, assolutamente riconoscibile.

Kristy stravolge le regole con assoluta eleganza e, in quest’operazione, i gioielli progettati risultano indispensabili. Già nelle scorse collezioni era emerso questo tratto, così personale, che le ha permesso di essere scelta come “One-to-Watch” aw2011 show della Vauxhall Fashion Scout. Naturalmente si aspettano le nuove collezioni per vedere come si evolverà il suo stile già distinguibile. www.kirsty-ward.com