Le grandi firme si tingono di rosa

Ottobre porta con sé, oltre all’autunno e all’inizio delle scuole, anche il periodo della prevenzione del cancro al seno. Ottobre si tinge di rosa e Keep a Breast, attraverso iniziative come I love Boobies di cui abbiamo precedentemente parlato, è solo una delle tante associazioni che intervengono in questa battaglia per far conoscere alle donne l’importanza della prevenzione di una malattia così attuale.

Anche le grandi firme scendono in campo. Già nel 2010 Yamamay ha sostenuto la Fondazione Veronesi erogando, grazie alle donazioni delle modelle per la campagna pubblicitaria dell’innovativo reggiseno senza ferretto Upperbra, una borsa di studio per la ricerca sul tumore al seno.Lo scorso settembre è stata la volta di Guess insieme a GHD, che durante la tanto attesa Vogue Fashion Night Out hanno offerto un’esperienza coinvolgente permettendo a tutte le fashion addicted di godere di una seduta gratuita di hairstyling con la nuova GHD Pink Orchid 2011, la styler creata appositamente con lo scopo di aiutare la Fondazione Umberto Veronesi nella raccolti fondi per la lotta contro il cancro.

Ad ottobre è invece Ralph Lauren ad occuparsi di questo argomento delicato e ad aiutare la Fondazione Veronesi. Per festeggiare l’undicesimo anno di attività nella lotta contro il cancro, la maison statunitense “cambia colore” e rinnova per il secondo anno consecutivo la sua collaborazione con la Fondazione, programmando per l’8 ottobre un open day di shopping sullo sfondo della boutique milanese di via Montenapoleone, con il principale scopo di fornire informazioni e richiamare l’attenzione sulla prevenzione del cancro al seno. Per questa occasione sarà infatti allestito in negozio un punto informativo, dove saranno presenti esperti della Fondazione stessa.

La polo bianca e nera, uno dei capi istituzionali di Ralph Lauren, con logo rosa in contrasto, e una classica t-shirt nera con maxi logo (sempre in contrasto) saranno le protagoniste della giornata, insieme alla capsule Pink Pony Collection, in vendita appositamente quel giorno nello store milanese (la mini-collezione comprende anche un ombrello, un paio di occhiali da sole, un cappello, una hand-bag color panna con rifiniture rosa e una tote in tessuto organico con il solito logo in contrasto). Alla Fondazione Veronesi, che fin dal 2003 si occupa si sostenere la ricerca e la divulgazione scientifica, verrà devoluto il 100% dei ricavi di tutti gli articoli della collezione Pink Pony e il 10% dei ricavi di tutti gli altri articoli presenti in negozio, venduti durante la giornata. L’obiettivo è di promuovere un’altra borsa di ricerca per un medico senologo.

La missione dell’evento e della campagna di Ralph Lauren, oltre che conferire la borsa di studio, è quella di ridurre a livello mondiale le disuguaglianze nella cura del cancro nelle comunità disservite dal punto di vista medico, e di assicurare che il trattamento sia disponibile nei primi stadi, ancora curabili, della malattia. Sappiate che basta poco. Con 70 euro avrete apportato il vostro piccolo ma fondamentale contributo a questa lotta, oltre che esservi concesse una rilassante giornata di shopping nel fantastico store milanese e esservi regalate un capo firmato Ralph Lauren. Quindi cosa aspettate? L’8 ottobre sarete tutte (e tutti, perché anche gli uomini possono dare il loro contributo in questa lotta al femminile) le benvenute nella boutique, approfittandone anche per rispondere a quelle domande che non avete mai osato fare.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito www.ralphlauren.it e il sito della Fondazione Veronesi www.fondazioneveronesi.it.