Universi paralleli: Mariam Sitchinava

Mi chiamo Mariam Sitchinava e vengo da Tbilisi, in Georgia. Ho 21 anni, e da un anno e mezzo, da quando il mio ragazzo mi ha regalato la mia prima macchina analogica, scatto fotografie. Cerco di esprimere la bellezza delle donne e della natura. Fotografo ciò che mi aspetto di vedere e adatto le situazioni in modo che diventino ciò che voglio guardare.

Si presenta così Mariam Sitchinava, giovane fotografa con un portfolio incredibilmente affascinante. Soggetto le donne, sfondo la natura, che diventa essa stessa protagonista grazie alla sensibilità di Mariam. La sensualità femminile viene esaltata attraverso il mistero e le atmosfere delicate, in una giostra di colori tenui e cieli per lo più grigi. E anche quando l’ambientazione è un interno tutto è perfettamente equilibrato: i colori, le forme e i tessuti contribuiscono a donare una sensazione estraniante di piacere atemporale. È come ritrovarsi in un luogo che è malinconia e serenità, passato e presente, innocenza e seduzione.

Il fatto che Mariam utilizzi la pellicola per i suoi scatti non può che donare altra bellezza, altro fascino, ai suoi lavori: il fascino della grana, dell’attesa, della purezza. Le imperfezioni diventano parte dell’opera, rendendola sincera e genuina, oltre che armoniosa. E asimmetrie ed equilibri si alternano, in un carosello sempre piacevole.

Nonostante la giovane età, questa ragazza ha già una schiera di fan in tutto il mondo e pubblicazioni su varie riviste, oltre a vantare una collaborazione, importantissima e dagli scatti particolarmente attraenti, con Urban Outfitters, catena di moda regina dello stile urban alternativo.

Potete seguire Mariam sul suo sito personale, www.mariam.ge, e acquistare le sue stampe originali su Etsy.