Innovazione scandinava: Stockholm mbfw ss 2012

9-11 agosto, Stoccolma ospita la Mercedes-Benz Fashion Week, i designer tra i più innovativi e affascinanti attualmente in circolazione presentano le collezioni PE 2012 nella loro città capitale. Freschezza, innovazione, informalità e funzionalità sono le parole chiave. Partendo da un concept agli antipodi rispetto a quello a cui siamo generalmente abituati, gli stilisti svedesi si stanno facendo strada nel panorama internazionale a colpi di sperimentazioni solide e disarmanti praticità. Abituati a vedere sfilare sulle catwalk italiane capi che ricercano sempre nuove sfaccettature di una femminilità classica, il design svedese ribalta invece ogni nostra concezione e aspettativa. Per capirlo bisogna fare un tuffo nella cultura scandinava, fatta di necessità pratiche e ricerca della più limpida semplicità.

La stretta simbiosi con la natura e il rispetto ancestrale dei popoli scandinavi per il proprio meraviglioso territorio, sono punti fondamentali da ricordare per capire e apprezzare il design proveniente da questi luoghi. Le donne interpretate dalle maison svedesi non sono fanciulline frou-frou o dame dell’alta società, ma dinamiche e attive donne che sanno come muoversi e come eliminare il superfluo a favore di un’eleganza leggera e freschissima.

Le linee predilette sono dritte, i tagli al vivo o con orli appena accennati, l’oversize e il tocco di colore acceso su base neutra sono i pilastri dello stile svedese delle ultime stagioni.

Tra i design più interessanti proposti, quelli di Hernàndez Cornet, Dagmar, Altewai.Saome e The Swedish School of Textiles.

La collezione di Hernàndez Cornet è ispirata ad una natura controllata e addomesticata, come quella dei giardini costruiti o degli alberi bonsai. La quasi totale eliminazione dei dettagli è bilanciata dall’uso di colori, stampe e tessuti brillanti, anche se l’uso del nero e del grigio, colori immancabili nel design svedese, non è messo da parte. I tagli asimmetrici e i giochi sulle lunghezze ravvivano i modelli estremamente lineari della collezione.

Dagmar, giovanissimo brand nato appena sei anni fa, guarda invece oltre i confini della fredda Svezia e si ispira alle rilassate atmosfere marocchine, pur non dimenticando le linee guida del design della madre patria. Una sensualità appena accennata e rinfrescata da tocchi di colori forti, tipici dell’immaginario maghrebino come il giallo e il rosso vivo coniugati nell’accezione svedese di tinte forti e luminosissime. Le creazioni Dagmar per la primavera estate 2012 sono una rivisitazione nordica degli elementi che solitamente popolano le passerelle delle collezioni cruise delle maison francesi, come gli abiti mini e maxi fluttuanti in seta e i cardigan tricot.

Nuova stella della moda svedese, Altewai.Saome – realizza collezioni solo dal 2009 – ha uno stile che mescola semplicità svedese e ispirazioni d’alta moda internazionale. I giochi di linee, forme e tessuti rendono l’eclettica collezione PE 2012 una delle punte della Mercedes Benz Fashion Week. Giallo brillante e rosso acceso sempre protagonisti, intervallati da un rosa cipria spogliato dalle sue connotazioni naïf e da un vivissimo nero. Forme bombate vagamente anni ottanta si alternano ad abitini dal taglio preppy e casto, in una collezione tutt’altro che statica e inquadrabile.

The Swedish School of Textiles presenta creazioni che dai banchi della prestigiosa scuola scandinava approdano direttamente in passerella. Qui la freschezza dei giovani studenti viene prepotentemente fuori, con sperimentazioni ardite à la Margiela che vanno decisamente al di là del prêt-à-porter. Altre creazioni invece giocano ad un livello meno provocatorio e più pratico, mantenendosi dentro i ranghi della portabilità.

Naturalmente molti altri marchi, decisamente validi, hanno sfilato sulle passerelle di Stoccolma; per scoprirli e vedere-rivedere le presentazioni della settimana della moda svedese, il sito è www.mercedesbenzfashionweek.se