I ritratti di Rebecca Cairns

Rebecca Cairns vive in Canada a Toronto e si è recentemente laureata all’Humber College in Fotografia Creativa.
Le immagini di Rebecca sono reminescenze di sogni non chiari, distorti che cercano di rappresentare il nostro essere solo figure di passaggio attraverso uno spazio e tempo infinito e sempre in fuga.
I suoi autoritratti sono ossessionate e desolate esplorazioni di spazi intimi e personali.

Che mondo osservi attraverso la tua macchina fotografica?
Osservo  il movimento, il tempo e lo spazio. Vedo un mondo che è ancora straniero e strano.
Cosa ti motiva?
La motivazione arriva in molte forme diverse. Credo che l’aver aperto un blog mi ha davvero aiutata motivandomi nel creare nuovo lavoro ogni giorno. È un ottimo strumento che ti permette di vedere la progressione dei propri lavori.

Analogico o digitale?
Fotografo in digitale perchè è decisamente più conveniente. Credo che fotografare con la pellicola sia più gratificante e richiede più capacità e attenzioni rispetto al fotografare in digitale. Quando posso e ho la possibilità economica cerco di farlo.
Cosa ti ispira?
I secondi, i minuti e I giorni, gli eventi che passano e tutto ciò che mi circonda.

Parlaci del tuo libro Ghost.
Ghost è un piccolo progetto di fotografia e scrittura uscito alla fine di Maggio. Il libro consiste in una serie di piccole collezioni di parole e immagini che raccontano una storia di isolamento e follia, attraverso l’esplorazione delle connessioni fra corpo e persona.

Un fotografo che ammiri?
Cindy Sherman, Francesca Woodman, Duane Michals, Sara Moon, Ellen Rogers, Aëla Labbé e molti altri.
Cosa fai quando non fotografi?
Quando non fotografo solitamente guardo i lavori di altri fotografi. Mi piace tenermi aggiornata sulle novità di Flickr. Inoltre leggo qualche blog. È sempre bello trovare nuovi artisti e fotografi da seguire ogni giorno.

La tua prossima sfida?
Sto progettando di fare molti autoritratti. Vorrei fare a breve la mia prima mostra personale e viaggiare un po’. Sono stata inoltre contattata per partecipare ad una mostra collettiva.

Trovare altre foto di Rebecca sul suo sito www.rebeccacairns.com