From UK: Bitching & Junkfood

Giovane, irlandese, nata a Dublino, ma trasferita a Londra per fare la fashion buyer presso The UK High-Street. Si tratta di Marion Bergin l’ideatrice, assieme all’australiana Kath, di Bitching & Junkfood un progetto notevole e fuori dal comune.
Merion confessa di amare le ostriche, la Guinness, il rossetto rosso, le unghia decorate, la tassidermia e i cani. Ama le piogge torrenziali, non ha la televisione, odia i gatti e il suo passatempo preferito è magiare. Da piccola collezionava francobolli, era una nerd e sua madre non la faceva giocare con le barbie, ma soltanto con i Lego.

Questo non è di certo il ritratto di una ragazza comune, ma anzi, di una completamente fuori dagli schemi, proprio come il suo shop online, Bitching & Junkfood. L’idea nasce nel 2009 quando Mario Bergin si stanca di The UK High-Street e di sentirsi costantemente demotivata dall’idea di dover smpre sopprimere le sue idee, considrate grandiose ma poco commericali. Il desiderio di avere un totale controllo creativo e la possibilità di lavorare con pesone che condividessero la sua stessa estetica sono il motore della sua iniziativa.

Il ritorno degli anni ’80 e ’90 non è di certo una novità per la moda. Londra infatti non ne è rimasta immune, TopShop e simili esplodono già da tempo di borchie, jeans strappati a vita alta, chiodi, giubbotti di jeans e stivali da biker. Bitching & Junkfood, con sede a Londra, non è solo un negozio online ma anche un blog e soprattutto una grande risorsa per l’ispirazione indie e rock anni’80.

Marion collabora con attivamente brand come Cheap Monday, Evil Twin, Neurotica e tanti stilisti emergenti. Tutto la sua creatività confluisce nella linea Remade che è il risultato della rivisitazione e dello stravolgimento totale di vecchi jeans, articoli militari, borchie e pelle. Il tutto convertito secondo lo stile attuale. Ispirata allo street style, la linea è animata da giarrettiere, frange, piume, catene e giacche heavly-appliqued.

La linea di Marion riscuote popolarità tra le piccole stelle del Regno Unito e viene venduta internazionalmente nei grandi magazzini e nei negozi marcati Bitching & Junkfood. È una realtà eccentrica, colorata con grande autoironia che soddisfa i bisog

ni dei più ribelli e di tutti coloro che vogliono rendere il loro stile sempre più stavaganze e bizzarro. Visitate quindi il sito ufficiale www.bitchingjunkfood.com. Qui trasgredire è un dovere.