Sneakers evolution out(side). Sole Tech e FUsione

Ci giungono aggiornamenti dal Sole Tech Institute.
Fondato da Pierre Andre Senizeres, tale laboratorio risponde all’esigenza primaria di studiare i comportamenti e le reazioni dei corpi degli skaters in azione, onde evitare, come successo in passato, di “prendere in prestito” per le skate shoes tecnologie sviluppate da scarpe utilizzate per altri sport.

La loro ultima novità è che presto saranno disponibili nuovi modelli di Es, Etnies ed Emerica sviluppati sulla tecnologia FU (abbreviazione di Fusion, n.d.r.).
Con testimonial quali Sean Malto, Kellen James, Jerry Hsu e RodrigoTX, sul sito  STIfusion.com sarà possibile avere il loro riscontro rispetto a questa innovazione.

Con la dovuta attenzione all’ambiente, STI Fusion, attraverso la fusione di più elementi, lega in modo inscindibile tutte le componenti di una scarpa e grazie a tale accorgimento aumenta la resistenza all’usura ed il comfort nella zona del tallone. Tale processo accresce anche la flessibilità della calzatura, visto che il corpo della stessa è senza strati intermedi, e la rende più morbida e confortevole. La vulcanizzazione così effettuata rende la scarpa più resistente agli abusi in skateboard ma anche  più durevole e solida per chi invece le usa solo per camminare. Limitando strati intermedi e collanti, la fusione di FU ha consentito di sviluppare dei modelli che sono più leggeri del 20% rispetto a quelli in commercio. Oltre a questo vantaggio, questo processo avviene in modo ecosostenibile in quanto la fusione è del 75% più rapida, rispetto alla classica vulcanizzazione, abbattendo in modo considerevole l’impatto ambientale della lavorazione delle skate shoes.

Es Square, Etnies Scheckler 5 e Emerica Hsu 2 sono i primi modelli, in circolazione da giugno negli skateshops in tutto il mondo.