Combatte il crimine e i cattivi: Green Arrow

Veste come Robin Hood e, invece che rubare ai ricchi per dare ai poveri, combatte il crimine e i cattivi con le sue frecce speciali: questo venerdì abbiamo il piacere di conoscere Oliver Queen, ossia Green Arrow, uno dei supereroi più interessanti e originali dell’universo DC. Nonostante fosse nato settant’anni fa come una copia del ben più popolare Batman, un miliardario che, la notte, lotta contro il crimine, aiutato da un sidekick adolescente, Speedy, nel corso dei decenni il personaggio di Ollie si è evoluto, diventando sempre più complesso e maturo, fino ad allontanarsi radicalmente dal punto di partenza.

Le storie con protagonista Oliver Queen e della sua famiglia, infatti, nel corso degli anni hanno affrontato, con intelligenza, coraggio e realismo, temi come la droga, la prostituzione minorile, l’HIV e lo stupro. Temi spesso evitati, o toccati solo superficialmente, dalle altre testate della casa editrice.
Inoltre, Ollie è diventato la voce progressista e di sinistra per eccellenza della DC Comics. La sua passione per la politica è così forte che il supereroe, con la sua identità civile, è arrivato anche a candidarsi a sindaco della sua città, Star City, vincendo le elezioni.

Se, dopo questa breve panoramica, la figura di Green Arrow vi ha incuriositi, sono due i volumi da cui partire: Freccia Verde: Anno uno (testi di Andy Diggle e disegni di Jock) e Freccia Verde: Cacciatori dall’arco lungo (testi e disegni di Mike Grell).
Il primo volume, pubblicato nel 2007, riscrive l’inizio della storia del supereroe, raccontando cos’ha spinto il giovane miliardario Oliver Queen, abituato fino a quel momento ad una vita dissoluta e superficiale, a diventare Green Arrow. Un indizio? C’è di mezzo il naufragio su un’isola deserta… o quasi. Ed è lì che il futuro supereroe si scontrerà con i suoi primi nemici, aiutandosi con un arco e delle frecce costruiti artigianalmente.

Il secondo volume, invece, risalente al 1987, è stato definito un «vero e proprio spartiacque nella storia del fumetto supereroistico americano per l’approfondimento dei personaggi e il crudo realismo» e può essere considerato uno dei classici della DC Comics. Il “crudo realismo” è garantito anche dalle illustrazioni di Mike Grell, qui in doppia veste di autore e disegnatore.
La storia ruota attorno a Oliver Queen e alla sua compagna Dinah Lance (la supereroina Black Canary), con la quale ha da poco aperto un negozio di fiori a Seattle. Presto, però, i due si trovano ad indagare su una sporca storia che coinvolge spacciatori, serial killer di prostitute, mafia giapponese, CIA e traffico illegale di armi. Un’indagine che cambierà radicalmente le loro vite, soprattutto quella di Dinah.

(Entrambi i volumi sono pubblicati in Italia dalla Planeta DeAgostini. Green Arrow: Anno Uno, 144 pagine, 11,95€; Green Arrow: Cacciatori dall’arco lungo, 144 pagine, 11,95€).