Unexpected classic: Jackie Js Lee

En

Jackie Js Lee è uno dei nomi più imporanti che la rinomata Saint Martins ha regalato. Lei è una ragazza koreana con una MA graduation collection 2010 così quotata  da farle vincere l’awards di Harrods. Circa un anno fa ha creato il suo primo marchio chiamato appunto J Js Lee. Un brand per donne toste, le linee della collezione primavera-estate ne sono la prova.

C’è semplicità e una profonda ricerca di astrattazione che accompagna tutta la collezione. I colori predominanti sono bianco, verde scuro e nero, nient’altro. Le linee sono dritte, statiche e ogni pezzo è in armonia con gli altri. Forme geometriche. Un cerchio e un rettangolo piuttosto stretto, caratterizzano un semplice vestito o una semplice maglia. Il gioco è creato dalla trasparenza che si presenta in maniera ordinata, arricchendo l’indumento e confondendosi in esso.

Il troppo non esiste per questa linea, l’equilibrio è la regola. Da un abito verde, piuttosto ordinario fino al busto che improvvisamente muta nell’inaspettata gonna: dietro lunga, davanti corta, dietro leggermente scampanata, davanti dritta. Oppure unvestito bianco caratterizzato da una sorta di cappuccio che termina approssimativamente nel centro della testa delineando perfettamente la forma del viso.

Forme classiche dalle linee quasi maschili per la loro estrema semplicità, rimangono comunque ben lontane dal concetto di mascolinità cui si è soliti pensare.

Per i giorni passati, per quelli presenti e per quelli futuri, queste creazioni sembrano provenire da un altro pianeta. Ecco il sito internet www.jsleelondon.com