Sidewalk Cafe: storia musicale newyorkese

The Fort, il retro dello storico Sidewalk Cafe, ha raccolto testimonianze sonore di diverso genere, sebbene sia sempre rimasto il fulcro dell’anti-folk. Tra i tanti live act, un artista italiano, The Niro.
Il Sidewalk Cafe è uno dei monumenti storici della New York musicale. Si tratta di un locale situato nell’East Village di Manhattan, che ospita nel retro uno spazio dedicato alle esibizioni live, il celebre The Front, uno dei luoghi più importanti per tutte le band che si rivedono nella filosofia musicale di Lach, l’artista newyorkese che in pieno anni ’80, diede vita alla scena anti-folk, dopo aver vissuto l’ostilità dell’allora “patria” del folk, il Greenwich Village, perché considerato troppo punk.

Entrare in questo locale, significa rivivere le tappe che hanno segnato la nascita di uno dei generi musicali indipendenti di maggior seguito. Dall’amara esperienza vissuta da Lach, nella ricerca di un posto in cui potersi esibire, alla sua intuizione di opporsi al folk, di contrastarlo, ecco perché anti-folk, rispondendo con la musica, una musica libera da ogni stereotipo. In effetti, quando si parla di anti-folk ci si riferisce a qualcosa di indefinito, il suo paradigma è lo stesso Sidewalk Cafe, un luogo aperto a tutti e a tutto.

In linea con questa filosofia, gli interni del Sidewalk Cafe esprimono bene i suoni grezzi del pioniere dell’anti-folk e dei suoi successori, enfatizzando quell’aria quasi caricaturale che contraddistingue le liriche di questi artisti. Se nei loro testi è facile riconoscere una effervescente vena parodistica, il locale vi accoglierà con l’altrettanto bizzarra scena delle sue pareti stracolme di strumenti musicali appesi e relegati ad un ruolo ornamentale che li spoglia dalla loro utilità intrinseca.

Tra i tanti artisti che hanno avuto l’onore di esibirsi in questo spazio, c’è anche un italiano, Davide Combusti aka The Niro, un artista che ha conquistato Chris Hufford, manager dei Radiohead e aperto concerti per nomi importanti, tra i quali Ami Winehouse, Kings of Convenience, Badly Drawn Boy e la connazionale Carmen Consoli. Si tratta di una tappa importante della sua carriera, come afferma lo stesso The Niro nella sua biografia, citando Regina Spektor e Adam Green come alcuni degli artisti che lo hanno preceduto.

L’importanza del Sidewalk Cafe non è attribuita soltanto dal peso che ha nella storia della musica, e in particolar modo nella storia dell’anti-folk e della sua emancipazione dagli altri generi. Le recensioni parlano chiaro. Pur essendo una colonna portante tra i locali con una forte impronta live, si tratta di un luogo accogliente, intimo e dai costi accessibili. Il tutto, appunto,  senza pretese, lontano da mode e leggerezze del momento. Se siete nei paraggi, fateci un salto:  vi sentirete anti-, per una volta.

Per maggiori informazioni: www.sidewalkmusic.net

Photos by Sumeet Singh for ontheinside.info