American dreams sold by Jeffrey Campbell

Per chi ci è già stato, per chi conserva il desiderio da anni, per chi predilige altre mete, gli Stati Uniti d’America sono da sempre sinonimo di sogno, libertà, grandezza, realizzazione. L’immaginario comune che accomuna tutti coloro che vivono fuori da questa nazione è stato colto e rappresentato da Jeffrey Campbell nelle sue ormai innumerevoli collezioni di scarpe.

Il marchio nasce dieci anni fa e vede protagonista la famiglia dello stesso designer californiano d’origine e newyorkese d’adozione, il fratello Dean, la moglie e i tre figli. Sono le ragazze in metro, le donne al supermercato o quelle che semplicemente camminano per la strada, la vera fonte d’ispirazione per questo brand ormai conosciuto in tutto il mondo, che non smette di sorprendere stagione dopo stagione.

L’ultima collezione primavera-estate 2011 è sinonimo di tutto quell’immaginario creato e ricreato pensando, in chiave moderna, al sogno americano.

Le immagini immortalano gli ampi spazi di una cittadina nell’Idaho (nella parte west degli States), strade enormi e desolate, campi aridi, piccoli prati con vecchie carrozze, un cimitero di vecchie auto e un benzinaio abbandonato.

Al centro delle immagini vi sono ragazze che a prima vista sembrano discostarsi completamente dallo scenario che hanno attorno, ad un secondo e più attento sguardo si nota la perfetta sintonia tra scarpe e sfondo, i quali si mischiano e si confondono creando un’apparenza suggestiva.

Tacchi alti, altissimi principalmente di legno si accostano alle tonalità estive come il corallo, il rosa e il  bianco. Il classico nero e le decorazioni rimarcano l’ispirazione al vintage e al rock and roll. Le zeppe sono irreali, altissime con forme morbide e sono le vere protagoniste della collezione insieme ai tacchi larghi incurvati e a plateau smisurati.

In tutte le immagini si percepisce la quotidianità tipica americana resa surreale da ragazze che vestono abiti succinti e scarpe estreme. Tutto è già nell’accessorio: una storia, un sogno, una filosofia.

Jeffrey Campbell crea e vende sogni americani.