Ciclo&Riciclo, la storia continua

La Provincia di Milano, insieme al team di Ciclo&Riciclo partecipa al Salone del Mobile con un’iniziativa che potremmo definire di mobilità culturale, poiché unisce al bike sharing un evento unico che si colloca a metà tra arte e cultura e che ci accompagnerà sino alla prossima edizione. Questo afferma l’Assessore alle infrastrutture e mobilità della Provincia di Milano e prosegue: Siamo pertanto felici di affiancare  le bici blu della Provincia alla flotta viola di Ciclo&Riciclo contribuendo ad un Fuorisalone più rispettoso dell’ambiente, e ancor più felici di ricevere un’opera d’arte che nasce da un’iniziativa di alto valore  sociale. Un’opera  tanto importante da farci pensare di installarla lungo il percorso della pista ciclopedonale di Expo 2015 per promuovere l’identità e la creatività di chi vive e abita la Grande Milano.

Ciclo&Riciclo è il progetto di free bike sharing ideato dall’agenzia di comunicazione milanese Borderline in collaborazione con l’Associazione Culturale MIRaggio e il Jamais Vu di NABA, promosso dall’Assessorato alle Infrastrutture e Mobilità della Provincia di Milano.

Vecchie biciclette dismesse, recuperate e noleggiabili gratuitamente per tutta la durata del salone del mobile. L’iniziativa non si limita ad un approccio alla città più intimo e pulito, ma è anche promozione della cultura e l’arte.
Accanto all’attività di bike sharing infatti, prenderà forma l’opera Live Bike Sculpture, ovvero un’installazione destinata ad evolvere in forma e dimensioni col trascorrere dei giorni grazie anche alla partecipazione attiva del pubblico. L’installazione sarà realizzata dal team di Jamais Vu di NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano).

Insomma una gran bella iniziativa che ci auguriamo non resti circoscritta a queste occasioni, ma che riesca a trovar spazio coinvolgendo maggiormente il cittadino.

Per maggiori informazioni e per prenotare la vostra bicicletta www.cicloericiclo.com