Tristan Eaton: l’arte in 3D

Tristan Eaton è un personaggio poliedrico. Artista, illustratore, creatore di giocattoli e direttore dell’agenzia Thunderdog.
3D Art Book è la sua ultima fatica. Un’originale raccolta di materiale tridimensionale, che spazia fra le diverse discipline dell’arte contemporanea, rielaborazioni di dipinti famosi, fumetti e nuovi artisti, tracciando al tempo stesso la storia della tecnica 3D dall’America degli anni ’60 ad oggi.

Un incredibile designer pieno di talento, Tristan Eaton, con lavori all’interno di collezioni permanenti nei musei e gallerie più importanti del mondo, quali il Cooper Hewitt Museum e il Moma.

Eaton, classe 1979 losangelino e strenuo difensore della street-culture, scopre l’amore per le immagini stereoscopiche all’età di 19 anni, mentre lavora come apprendista all’Highway press, un negozio di Detroit, famoso per lo screen-painting.

Passano poco più di dieci anni quando, con il suo show “3D Happy action fun”, introduce l’estetica tridimensionale nel concreto mondo delle gallerie d’arte.

Il lavoro di Eaton fu talmente ben accolto dalla critica che iniziò, quasi subito, a lavorare e collaborare con un piccolo gruppo di artisti, fra i quali i The London Police, Superdeux e Jeff Solo.

L’opera 3D Art Book è un vero e proprio omaggio alla sua passione per il 3D, per quelle immagini che ti fanno “strabuzzare” gli occhi. Quattro anni di lavoro, più di 200 pagine di illustrazioni di artisti diversi, dove il lettore può condividere la nostalgia per la pop-culture e confrontare aspetti diversi, propri di ciascun outsider.

Il librò uscirà ad aprile, ma è già reperibile, su ordinazione, da Amazon e Powell.