Sixpack France smells like teen spirits

Se davvero l’adolescenza avesse un profumo, Sixpack France ne sarebbe pregno.
Cercando di lasciarsi definitivamente alle spalle la reputazione di teenage brand e fare il salto di qualità, Sixpack France aspira a rappresentare proprio quello di cui si ha paura quando si è adolescenti, ossia l’incuranza dei codici: essere uncool, accettare ed ascoltare ciò che veramente ci eccita nel profondo, godere di tutto quello per cui sentiamo un istinto sincero, ottenere finalmente qualcosa bramato a lungo.

La collezione S/S 2011, Dust to Dust, è un dialogo fra l’adulto e la sua anima fanciullesca, quella più intuitiva, quella che conserva nello sguardo stupore e meraviglia, riempiendo ogni oggetto della sua immaginazione e dei suoi ricordi.

Come ne “Il Giardino Segreto” di Frances Hodgson Burnett, ogni capo, ogni tessuto, ogni stampa, ogni dettaglio e cucitura, sono un passaggio nascosto per accedere alle storie e alle memorie che vivono in ognuno, per immergerci in un’esperienza multisensoriale e sentire ancora l’esaltazione e l’entusiasmo dell’infanzia, ma senza nostalgia né malinconia.

Le citazioni e gli echi del passato sono le facce di un prisma che scompone e moltiplica le sensazioni e i ricordi, infondendogli più intensità di quella che si suppone essi abbiano, caricandoli di significati ulteriori e misteriosi che solo una sensibilità speciale riuscirà a cogliere.

Saper vedere, oltre e al di là del saper dire.

“Genius is nothing more nor less than childhood recovered at will”
Charles Baudelaire