Ritorna l’irresistibile impertinenza dei The Kills

Ci sono davvero poche band più cool di The Kills. Il duo ne ha dato prova già nel 2008 con il super disco Midnight Boom, dimostrazione del talento della band nell’unire elementi del punk con il blues. Negli ultimi due anni, The Kills sono relativamente spariti: la frontwoman Alison Mossheart, in particolare, è stata infatti impegnata nella collaborazione con Jack White al progetto The Dead Weather. Ma finalmente, fra qualche giorno, avremo nelle nostre mani e nei nostri record player il nuovo LP, Blood Pressures, la cui uscita è prevista per il 4 Aprile. Un’ottima notizia per tutti i fan e per tutti quelli che non vedono l’ora di mettere mano e orecchio al loro nuovo materiale.

Blood Pressures è il quarto album del duo composto dall’ americana Alison Mossheart e dall’inglese Jamie Hince e segue il successo del già citato Midnight Boom (2008),  e dei precedenti No Wow (2005) e Keep On Your Mean Side (2002).
Per registrare Blood Pressures, Jamie e Alison hanno fatto ritorno al KeyClub Studios in Michigan, dove si sono riuniti con il team tecnico che aveva già lavorato su Midnight Boom. Prodotto dallo stesso Jamie, l’album è poi volato a Londra per il mixaggio. Mantenendo intatto il tipico suono basic, le chitarre infuocate, il ritmo incandescente e le furbe lyrics ad alto tasso di sensualità, le undici tracce di Blood Pressures abbracciano un suono più pieno e più coraggioso, sostenuto da un songwriting sincero e profondo. Nonostante la consueta sfacciataggine, infatti, l’ultima fatica di The Kills lascia intravedere un po’ di malinconia e, osiamo, di delicata vulnerabilità.

Lasciandosi in parte alle spalle il suono spigoloso di Midnight Boom, con questo disco il duo esplora textures più complesse, guidate da una strumentazione elaborata e, per così dire, stratificata che non rinuncia ad armonie pompose. E infine un’ulteriore nota di merito per The Kills: tutti gli strumenti del disco, piano e mellotron compresi, sono suonati dagli spavaldi Alison e Jamie.
Siamo convinti che definire The Kills una delle band più toste nell’attuale panorama musicale internazionale non sia un’esagerazione: la loro vivace e unica maniera di fare rock si nutre di una tensione continua, una sorta di “nervosismo” viscerale, spontaneo, naturale. “Satellite”, singolo che anticipa l’uscita di Blood Pressures, è una piccola perla che riesce a mostrare in poco più di tre minuti l’effetto ammaliante che una band di due soli membri riesce a creare con impatto incredibile. Ascoltare per credere, ma non solo, vedere per credere. Il noir-video di Satellite è irresistibile almeno quanto il pezzo: Alison e Jamie, novelli natural born killers, ci trascinano inesorabilmente nella loro folle corsa sulla English Coast.

Non ci sono dubbi, il live dei The Kills è imperdibile. Ci si vede il 2 Aprile ai Magazzini Generali!
Per ulteriori info sul live contatta il sito www.indipendente.com