Jewellry Wear di Maria Francesca Pepe

Una tendenza di alcuni anni fa, ma che va consolidandosi, abbatte le barriere esistenti da sempre tra il mondo dell’abbigliamento e quello degli accessori. Sono sempre stati uno la compensazione e il completamento dell’altro ma ora assistiamo alla loro decisiva fusione. Uno dentro l’altro, quasi inseparabili. Una dimensione nuova, in cui l’abito non deve essere necessariamente elaborato ma deve rimanere sottinteso lasciando spazio al gioiello che esce dalle sue zone canoniche per esplorare l’intero corpo umano, vestendolo letteralmente.

Abito e gioiello si uniscono per raccontarci un’unica storia, quella scritta dalla designer italiana Maria Francesca Pepe che, dalla fredda e creativa Londra, porta avanti l’evoluzione della sua linea di Jewellry-Wear. Da Foggia, sua terra natia, Maria Francesca Pepe intraprende un percorso pieno di successi, formatasi presso l’Istituto Marangoni di Milano si è poi trasferita a Londra dove si specializza presso la Central Saint Martins, vincendo nel 2003 il Tannan Fashion Award. Nel 2009 viene lanciata a Parigi la prima collezione di jewellry-wear, chiamata “Paradoxa”, attirando l’attenzione della stampa di moda e anche di prestigiose boutiques.

La collezione realizzata per l’estate 2011, chiamata “Amor Los Une”, è incentrata sui gioielli, tipici del ‘500, creati per gli innamorati che volevano sancire la forza della loro unione anche dopo la Morte. L’elemento funebre si ritrova nel design dei gioielli caratterizzati da strutture a scheletro che racchiudono dentro loro stessi non solo il corpo, ma anche abiti sobri ed essenziali, trasparenti, mordibi spesso neri ma anche bronzo. E’ il gioiello che fa l’outfit. Filo conduttore di tutta la collezione, oltre al carattere funereo che contraddistingue in generale l’immagine della collezione, è il Cuore che ricollegato direttamente ai gioielli d’amore si ritrova nelle collane e nell’unica stampa utilizzata nei capi d’abbigliamento. Oltre ai classici anelli, bracciali e collane troviamo numerose catene che, prendendo vita dal tessuto, creano una leggera e superficiale cascata. Il drappeggio che ne risulta si contrappone all’estrema semplicità degli abiti, sfondo necessario e sufficente per le creazioni di gioielleria che giungono con spontaneità fino al concetto estremo dell’abito gioiello.


C’è ancora molta strada da percorrere per trovare un equilibrio che non sia solo estetico, ma anche funzionale di modo che il jewellry-wear non rimanga solo qualcosa adatto ad estrosi servizi fotografici. Al momento il brand MariaFrancescaPepe è stato ospitato all’interno dell’esposizione “Vogue Talents Corner” realizzata durante la settimana della moda milanese da Vogue Italia in collaborazione con thecorner.com. Un bel passo avanti! per ora potere trovare tutte le informazioni necessarie, le immagini delle collezioni e lo shopping online all’interno del suo sito www.mfpepe.com