A Roma 35 anni di punk: EuroPunk

Dal 21 gennaio al 20 marzo 2011 all’Accademia di Francia (Roma), Villa Medici presenterà per la prima volta oltre cinquecentocinquanta oggetti, tra abiti, fanzine, poster, volantini, disegni, collages, copertine di dischi e quant’altro provenienti da collezioni private e pubbliche.

La mostra, a cura di Éric de Chassey, direttore dell’Accademia di Francia, con la collaborazione di Fabrice Stroun, curatore indipendente associato al MAMCO di Ginevra, presenta anche in due progetti site specific quattro artisti: Francis Baudevin, Stéphane Dafflon, Philippe Decrauzat e Scott King.

Euro Punk è la prima mostra a respiro internazionale che raccoglie la produzione alternativa nel campo delle arti visive, a partire dalla seconda metà degli anni 1970, proveniente in particolare da Regno Unito e Francia, ma anche Germania, Svizzera, Italia e Olanda. Metterà in valore personalità come Jamie Reid, autore del celebre volto della regina con gli occhi e la bocca coperti dal nome della band dei Sex Pistols e dal titolo della canzone God Save the Queen; Malcolm McLaren, ideatore, manager e deus ex machina della stessa band; o ancora il team francese Bazooka (costituito da Olivia Clavel, Lulu Larsen, Kiki Picasso, Loulou Picasso, Ti-5 Dur, Bernard Vidal e Jean Rouzaud) di cui sarà esposta l’abbondante produzione di questo movimento rimasto anonima per molto tempo e scoperto solo dopo una lunga ricerca attraverso l’Europa.

La mostra, che invita a immergersi in una controcultura che ha rappresentato il desiderio di tabula rasa con il passato, di rinnovo, sinonimo da sempre di energia e libertà creatrice, si è aperta con il primo passaggio televisivo dei Sex Pistols nel 1976 nel programma So It Goes e si chiuderà con il primo passaggio dei Joy Division sulla BBC nel 1979.

Per maggiori informazioni visitate il sito www.villamedici.it