Radiohead, The King of Limbs

Sono sicuri dei loro fans: Thank you for waiting (grazie per averci aspettato). Questa la scritta che compare sul sito ufficiale dei Radiohead, a significare che c’è un nuovo album. Tra un bosco oscuro e un grigio planisfero c’è scritto: The new Radiohead record, The King of Limbs, is through here. Ma bisogna inoltrarsi ancora, per capire meglio di cosa si tratta.

Il loro ottavo disco, The King of Limbs, è stato annunciato Lunedì a sorpresa, distribuito dalla XL Recordings e prodotto da Nigel Godrich, che collabora con la band da lunga data. Come già accadde con In Rainbows, l’album viene rilasciato in modo non proprio tradizionale. È possibile infatti, effettuare il preordine  dell’album, direttamente da www.radiohead.com nelle versioni in download digitale (MP3 e WAV), che potranno essere scaricate a partire dal 19 Febbraio. Questa volta, diversamente dal precedente lavoro, il disco viene messo a disposizione al prezzo fisso di 7 euro per la versione MP3 e 11 per il WAV.

Inoltre è possibile ordinare una deluxe edition, che include due vinili 10” trasparenti, un CD (versione download digitale) e un artwork esclusivo in uno speciale formato quotidiano, con ben 625 illustrazioni e alcuni poster, il tutto contenuto in una confezione biodegradabile. Rispettivamente 36 e 38 euro per i formati MP3 e WAV. Tra coloro che effettueranno il preordine, verrà sorteggiato un vincitore di una versione autografata di un vinile 12” contenente due brani.

L’album vero e proprio invece, sarà disponibile in CD e LP (nei pochi negozi di dischi) dal 29 Marzo.

I Radiohead hanno mantenuto fenomenale riserbo riguardo il contenuto del disco, sappiamo solo che Thom Yorke e compagni lo hanno annunciato e definito come: the first world’s newspaper album. L’impossibilità di ascoltarlo subito alimenta il desiderio, anche poche note basterebbero a sedare la folle ansia. Quello che abbiamo visto fin ora è una copertina così, a caso, e sembra essere l’assaggio di un artwork micidiale: meduse fluo, fantasmi psichedelici, alieni o abitanti della terra?

Ad ogni modo credo che sabato mattina ci sveglieremo più presto del solito.