Bio is better

Il termine biodiversità è spesso sconosciuto a coloro che non sono particolarmente interessati alle piante e all’agricoltura, in realtà essa è tutto ciò che abbiamo intorno e svolge un ruolo molto più importante di quanto si è soliti credere. L’ONU ha dichiarato anno della biodiversità il 2010 appena concluso, e nella capitale olandese di Amsterdam è stata creata un’iniziativa correlata per spronare l’industria del fashion alla creazione di un equilibrio tra uomo, pianeta e profitto, ovvero un rapporto equilibrato tra il guadagno economico e l’impatto sociale-ecologico.

L’evento The Green Fashion Competition si è concluso il 28 gennaio ed è stato organizzato in associazione con la settimana della moda internazionale di Amsterdam e il Ministero dell’Agricoltura, della Natura e della qualità del cibo.

The Green Fashion Competition è una competizione, estesa sul territorio internazionale, dedicata ad individui singoli e/o team impegnati, o con il desiderio di impegnarsi, nell’industria della moda. Ai partecipanti è stato chiesto di creare due outfits, presentando una strategia di mercato esplicativa su come le loro creazioni potrebbero contribuire a sostenere la biodiversità. L’obiettivo è quello di scoprire nuovi talenti intenzionati a creare un nuovo fashion business rigorosamente bio.

Da più di centottanta partecipanti ne sono stati selezionati quaranta, per poi arrivare agli otto finalisti i quali hanno avuto la possibilità di sfilare davanti al pubblico. In giuria erano presenti nomi come Lonneke Engel, topmodel internazionale e fondatrice di Organice Your Life e Georgette Koning, giornalista di moda per NRC Handelsblad NRC Next.

La prima classificata del contest è una ragazza tedesca Elsien Gringhuis, vincitrice di 25mila euro, secondo classificato OAT con una collezione di sneaker biodegradabili.

Elsien confessa di essersi ispirata ai paesaggi tipici della sua terra d’origine, la Germania, a quel cielo azzurro e a quei grandi prati verdi che da sempre le trasmettono un senso infinito di libertà e di possibilità. La collezione vincitrice della Green Fashion Competition trasmette freschezza nel suo minimalismo. Elsien ha utilizzato materiali naturali per la creazione degli abiti, dalla seta, alla pelle, dal bamboo alla classica lana. I colori principalmente utilizzati sono i toni pastello del blu e del verde accompagnati da nero e bianco.

Una linea semplice e allo stesso tempo ricercata, elegante, che ha portato la giovane fashion designer ha vincere l’ambito primo premio.

Tutte le collezioni verranno presentate nello shop Nukuhiva ad Amsterdam, se siete da quelle parti fateci un salto www.thegreenfashioncompetition.blogspot.com