Torna in Italia l’electro-pop degli Hurts

Dopo il sold out dello scorso ottobre ai Magazzini Generali di Milano, tornano a Bologna per un’unica data italiana gli Hurts, duo electro-pop di Manchester. Nel 2010 la band inglese ha pubblicato Happiness, album di debutto, potendo già contare sul successo internazionale dei singoli Better Than Love e Wonderful Life, che ne hanno anticipato l’uscita. Il successo di questi singoli ha contributo a creare un’attesa straordinaria da parte di fan e critica intorno alla pubblicazione di Happiness. Gli Hurts propongono una miscela di electro-pop “drammatico”, wave e new romantic. Non rinunciano a cori, vampate d’orchestra e dettagli barocchi. E non si fanno mancare nemmeno una fugace apparizione di Kylie Minogue.

Secondo la leggenda, Theo Hutchcraft (voce) e Adam Anderson (sintetizzatore, chitarra, pianoforte, tastiere) si sarebbero conosciuti durante una rissa scatenata fra rispettivi amici, fuori da un locale di Manchester la notte della vigilia del Natale 2005. Mentre gli amici se ne davano di santa ragione, loro si confrontavano su Prince e Michael Jackson. Non ci stupisce. Ascoltando Happiness, infatti, ci si accorge subito che i riferimenti musicali del duo britannico sono principalmente eighties: Tears For Fears, Pet Shop Boys, Depeche Mode, Sisters Of Mercy, Duran Duran A-Ha, Ultravox, ma si avverte anche una strizzata d’occhio al primo periodo degli anni ’90, quello delle “boy band”, per intenderci.

Basterebbe osservare la copertina del loro LP, in fascinoso bianco e nero, o fare una passeggiata nella loro videografia per capire che gli Hurts hanno lavorato con scrupolosa attenzione sulla propria immagine, riuscendo a creare un perfetto stile cinematografico, unico ed evocativo. Il look sobrio, retrò e raffinato di Theo e Adam ha persino attirato l’attenzione di Giorgio Armani che li ha voluti come ospiti durante la serata settembrina della Vogue Night’s Out a Milano.

Una band di mera estetica patinata o portatori sani di electro-pop? Quel che è certo è che il loro tour ha registrato successi da record: in Inghilterra ha fatto il tutto esaurito, mentre in Svezia, Germania e Austria il loro disco è finito al secondo posto e gli Scissor Sisters li hanno già prenotati come gruppo supporto per il loro tour 2011.

E anche noi non possiamo che attendere con grande curiosità il live del 18 febbraio all’Estragon club di Bologna.