From Pitti with love: Unravel 19022010

Ecco un altro marchio giovane, emergente ed interessante presente al PITTIW N°7 e che ha attirato la nostra curiosità: Unravel 1902210.
Un brand che nasce dall’unione di due personalità eclettiche, Margherita Brazzale e Giuseppe Fanelli, manager intraprendente lei e designer giovane ma di stimata esperienza lui, che dopo il loro incontro nel 2009 hanno deciso di fondare questo brand debuttando con una presentazione a Parigi nell’ottobre 2010.
Neonata quindi, Unravel aggredisce il mercato dell’abbigliamento donna con un mood sopra le righe. Si definisce “violenta e vorace”, aggiungiamo noi, accattivante e sofisticata sebbene abbastanza essenziale.

Il total black è d’obbligo per presentare un ideale di donna concettuale, severa ma sensuale al contempo. Sono silhouettes ampie e modellabili su ogni corpo, cadono verso il suolo con un’austerità attraente. Il materiale prediletto è il jersey, declinato nei diciannove pezzi che compongono la collezione. L’abito che diventa t-shirt, il pantalone creato tagliando due dietro identici, la t-shirt “bipolare”, la giacca indossabile aperta, avvolta al corpo o stretta in vita con una cintura.

Oltre al basico jersey fanno capolino materiali raffinati quali il tulle di seta e il plissé, ovviamente in nero, dando al tutto quel tocco di femminilità e di mistero in più che grazie alle trasparenze e ai volumi regolari vivacizzano e impreziosiscono le modellature.

Sofisticatezza concettuale: ecco la parola chiave non solo di questa collezione ma del marchio stesso. Appena nati, sono già sicuri di loro stessi e del proprio stile. Un carattere deciso e preciso che speriamo rimanga forte nelle collezioni future.Teniamoli d’occhio.