Guess what? Mamika!

Mamika è un’opera d’arte, un fenomeno mediatico esploso in Francia da qualche mese, un capolavoro della fotografia, ma sopra ogni altra cosa, è una nonna (ed è anche il suo equivalente in ungherese). Frederika ha novantun’anni, un nipote, che di nome fa più o meno così: Sacha Goldberg, di professione fotografo e anche piuttosto bravo azzarderei dire. Francese. Sensibile e molto legato alla famiglia, il buon Sacha, appurata la diagnosi di depressione in corso della signora, ha deciso di coinvolgerla in un progetto molto particolare: una serie di ritratti che ne esaltassero la grande personalità.

Il risultato è stato il palesarsi di una nuova eroina, attualissima ed ironica, che ha conquistato Parigi grazie al suo look da moderna Wonder Woman, con elmetto e bandiera made in Usa al seguito.
Ospitata alla Galerie Wanted de Paris, introdotta al pubblico in veste di Super Mamika, rappresenta il just do it! americano. Tra gli scatti presenti, una Frederika rilassata che attende l’opera di restyling del bucato da parte di una delle lavatrici in azione nella classica coin^laundry, leggendo un fumetto di Capitan America, o ancora, intenta a stirare l’amato yorkshire, disattenta e, per questo, adorabile. Fenomenale, l’immagine scelta per la locandina: la nuova Wonder Grandma’ a bordo di una vecchia Bmw Isetta.

Nata vent’anni prima delle Seconda Guerra Mondiale, sopravvissuta a nazismo e comunismo, ha salvato molte vite aiutando numerosi conoscenti ebrei ad espatriare per sfuggire alla deportazione.
Dopo il grande successo ottenuto, Goldberg ha deciso di creare una pagina myspace ed una fanpage su facebook all’adorata nonna-star la quale, ad oggi, vanta ben 2.200 amici e riceve commenti come “sei la mia nonna ideale, ti prego adottami!”. Mamika è diventata il simbolo della rinascita, un esempio di speranza e gioia per chi, purtroppo, non riesce più a sorridere.

Le foto sono anche in vendita.
Link del sito www.sachabada.com