Giadadanielle feat. Coin to be natural

Non è il titolo di un singolo, non parliamo di due stelle dell’hip-hop, bensì della storica catena di grandi magazzini italiana e di un brand creativo di due giovani designers: Danielle Churchman e Giada Furgeri. Il gusto italiano si sposa all’innovazione nordica, creando un mondo fatto di accessori e beachwear che traggono ispirazione dal rigore sartoriale dei capi maschili e dalla forza insita nei materiali utilizzati, come ad esempio le “belt-bag”. Si tratta di borse create a mano utilizzando le cinture di sicurezza delle automobili ed arricchite da una fodera interna in seta. Proprio queste sono le protagoniste di To be natural, temporary shop negli spazi Coin. L’idea di pensare al differente impiego di materiali utilizzati che altrimenti andrebbero scartati è il fulcro di un progetto che pensa a promuovere l’eco-design, dove, sostenibile e fashionable si uniscono in un progetto che permette di reinterpretare la moda ad impatto zero.

La collezione mare ambisce all’essenzialità, e ci riesce. Esempio del less is more, elimina colori accesi e fantasie e si ispira ai regimi della corsetteria, dove, alle famose stecche per sostenere e modellare la figura, vengono sostituite sapienti cuciture effettuate in punti strategici, volte a valorizzare le forme femminili senza costringerle in posture innaturali. I colori neutri regalano un alone di classe e femminilità discrete, non si ostenta, si seduce a bassa voce.

I prodotti proposti sono frutto di esperimenti e ricerca sul campo, volontà di fornire alla donna d’oggi la possibilità di identificarsi con un prodotto unico e versatile. L’eleganza sta nel carattere e nella semplicità di accessori e capi che valorizzano il corpo che li accoglie. Giadadanielle è un concetto che trasporta tutto questo nella dimensione della riqualificazione del quotidiano, ma soprattutto, dei materiali che ci accompagnano giorno per giorno, sottoforma di accessori paradossalmente banali. Liberare l’oggetto dalla funzione descrittiva in cui è ingabbiato per crearne nuove possibilità di utilizzo.
Credo sia tempo di sperimentare nuove forme e di affidarci a giovani menti creative, che, senza dimenticare il background del made in Italy, ci permettano un’evoluzione interessante proiettata in un presente che guarda con curiosità il prossimo futuro.

Io me ne sono letteralmente innamorata e da qualche mese la maxi belt-bag è diventata la mia compagna in ogni singola trasferta. Vi consigliamo di raggiungere uno degli store Coin indicati nel sito ed aggiudicarvi questi piccoli capolavori.
Il loro sito www.giadadanielle.com