Un occhio al Nord (parte terza)

Tutti voi almeno una volta nella vostra vita saranno andati all’IKEA – grande azienda di arredamento svedese – e girando per il punto vendita avranno notato l’immensa gamma di colori e di fantasie proposte per qualsiasi tipologia di prodotto. Ormai è di dominio pubblico: i colori piacciono molto agli svedesi, e agli scandinavi in generale, e questo deriva della loro tradizione di vita sempre a contatto e rispettosa della natura. Quest’ultimo appuntamento nella terra delle Rune e dei Vichinghi vi vuole presentare quei marchi che, come IKEA, vedono il mondo attraverso luminose fantasie coloratissime creando prodotti funzionali e divertenti.

Partiamo proprio dalla Svezia dove troviamo il marchio Minimarket. Nato nel 2006 dal lavoro delle sorelle Sofie, Pernilla e Jennifer Elvested, questo brand nasce come linea d’abbigliamento donna per poi espandersi progressivamente anche agli accessori. Il lavoro di queste giovani creative hanno portato Minimarket a guadagnarsi il titolo di “Best New Designer of the Year” conferito da Elle Svezia sia nel 2007 che nel 2009. Grandi successi quindi per questo progetto che per quest’inverno 2010 si è focalizzato sul colore ispirandosi alla tradizione indiana e ai totem. Le forme geometriche, triangolari e cubiche, si ripetono all’interno della collezione caratterizzando un un viaggio all’interno dell’artigianato che si basa sui tessuti realizzati come i tappeti classici, costruiti però con fili di seta e lino invece del cotone.

il grafismo presente in questa linea viene ripetuta continuamente e le viene dato maggior risalto grazie ai materiali scelti. Nel complesso persiste un’aurea di allegria conferita specialmente da una serie di colori selezionati come il viola, il mango, il verde smeraldo a cui viene dato risalto grazie ai tessuti scelti che spaziano dalla lana, alle piume di gallina, al coccodrillo e al feltro utilizzati anche per gli accessori. L’intero progetto rimanda, dal punto di vista dell’immagine, all’optical e alla moda dei primi anni’60 grazie ai colori, alle forme e all’utilizzo di elementi particolari come lunghe frange a contrasto o il cocco verde cangiante. Continuando su questa via, con una proposta un pò meno azzardata ma ugualmente coloratissima, troviamo un marchio storico fondato nel lontano 1951 in Finlandia.

Stiamo parlando di Marimekko: una grande azienda produttrice, non solo di abiti, ma anche di tessuti per l’arredamento e accessori di design che si è distinta negli anni per un alto livello di ricerca e di inventiva grazie ai tantissimi artisti presenti nel loro organico. Per l’inverno 2010 Marimekko ci presenta una collezione colorata fatta di abitini, sia in maglieria che in tessuto, connotati da un gusto anni’60 dove le stampe spaziano dal bianco e nero in fantasie grafiche, a colori sgargianti utilizzati in tinta unita o in stampe divertenti.

La collezione è varia e si rifà alla natura finlandese e ai suoi brillanti colori grazie al lavoro dei numerosi designers che hanno avuto modo di declinare l’ispirazione per quest’inverno creando stampe di ogni genere e tipo. Sono abiti con fantasie non sempre facili da abbinare ma estremamente leggere ed irriverenti che sicuramente trasmettono gioia a coloro che li indossano. La nostra ultima tappa è in Danimarca dove troviamo il brand Best Behavior, nato nel 2004 dalle due designers Marie Ørberg and Malene Brøchner, con lo scopo di creare collezioni donna con una grande attenzione al design, dove l’uso di dettagli interessanti e di colori semplici si affiancano ad un’estrema comodità e una forte riconoscibilità del prodotto.

Per questa stagione propone una collezione tutta basata sul gioco tra colori e righe. La cartella colori è fatta i frutti ed erbe, come il mandarino, il fungo, l’arancia e la menta che grazie ai tessuti utilizzati, e al patchwork di stampe rendono questa proposta vicina a tutte le donne che fanno del colore il canale per la propria espressione. Le silhouettes sono morbide con volumi non troppo esagerati fusi a linee retrò che rendono il tutto molto piu interessante e brioso.

Come succede anche nel mondo IKEA, questi designers hanno reso tutto più leggero, spensierato e sicuramente meno drammatico. Si rivolgono a tutti coloro che vedono nel colore una via di scampo alla grigia monotonia delle metropoli, creando prodotti sempre più vicini a quella natura che tutti i marchi scandinavi celebrano continuamente, operando delle scelte particolari dal punto di vista cromatico e utilizzando materie prime rispettose dell’ambiente che ci circonda.