Corpo in Ex/Posizione per grafiche d’artista

Lunedì 8 novembre, presso il Magazzino3 di Venezia, si è inaugurata la mostra Corpo/Ex Posto 2010. Nello spazio affidato dal Comune all’Accademia di Belle Arti per esposizioni e sperimentazioni didattiche, si trova ora una ricerca del significato che appartiene oggi al corpo in quanto materia fisica in contrapposizione con la mass medialità del vivere moderno. Sguardo trasversale che cerca di collocare il ruolo del nostro essere quale immerso nella realtà fisica, all’interno di una società che appare sempre più tendersi verso la tecnologia emotiva.

Se la tecnica ha nostalgia dell’imperfezione umana, è proprio qui che lo si nota. Gli artisti in mostra cercano di denunciare la problematica della sopravvivenza, o meglio, del tentativo, del corpo ribellato alla modernità asettica. Ricreano un futuro di riscoperta, servendosi di tavole grafiche, e ne escono lavori di delicata bellezza a due colori. Black&white d’ordinanza in quasi tutte le immagini. Drammaticità. Speranza. Grida. Desiderio di reinventarsi in quanto macchine umane. Vengono presentate 74 opere grafiche di calcografia, xilografia, serigrafia e litografia in quel post-umano che cita Deitch in cui si contrappone il biologico senso del sentire.

L’esposizione acquista trasversalità ponendosi in collegamento con l’Accademia Nazionale di Belle Arti di Sofia (dove giungerà nel febbraio 2011) e con la Raccolta Permanente di Grafica d’Arte B. Z. De Portesio, sorta in seno al Comune di San Felice del Benaco.
Magazzion3 rappresenta un’area di confronto tra studenti e docenti di differenti nazionalità, al fine di approdare ad un incontro costruttivo che possa permettere collaborazioni e studi negli ambiti di videoarte, anatomia, pittura, teatro, scenografia e grafica.

Realtà come questa devono essere prese ad esempio come immagine di interazione tra le nuove generazioni, volte ad una spinta creativa da cui possa scaturire l’arte del domani.

Espongono:
Docenti Accademia Nazionale di Sofia: Dimo Kolibarov, Iohan Iotov, Vassil Kolev, Desislava Hristova, Emanuela Kovac, Petar Milev. Docenti Accademia di Belle Arti di Venezia Diana Ferrara, Giuseppe Fantinato, Alberto Balletti, Elena Molena, Silvia De Bastian, Miriam Pertegato.
Studenti Accademia Nazionale di Belle Arti di Sofia: Vasil Angelov, Vania Bozheva, Pavel Celkoski, Iva Dimitrova-Kon, Radoslav Genov, Maria Hristova, Angel Istilianov, Nora Karalambeva, Ianina Iosifova, Lina Lubomirova, Savina Matovska, Zoran Misce, Lazarina Nedelceva, Silvia Radeva, Stilian Stefanov, Goran Trickovski.
Studenti Accademia di Belle Arti di Venezia: Davide Barbini, Elisa Bertaglia,,Alice Biondin, Alessia Boscolo, Laura Cangelosi, Federica Casagrande, Giulia Favaro, Piergiacomo Galuppo, Elisabetta Gomirato, Irene Guerra, Giacomo Modolo, Jacopo Pagin,,Matteo Rosin, Gianluca Rossitto, Mattia Serra, Nicola Traversa, Giuseppe Vigolo.

Direzione Artistica: Alberto Balletti (Accademia di Belle Arti di Venezia) e Vasil Kolev (Accademia nazionale Belle Arti di Sofia).
Da Lunedì 8 novembre a Sabato 4 dicembre 2010, l’esposizione è visitabile presso il Magazzino3 Zattere Dorsoduro 264 – 30123 Venezia. Maggiori informazioni www.deportesio.com