Bulk: un cocktail tutto italiano

Accade in Veneto, in una piccola città : la storia di BULK è un’avventura tutta italiana dei giorni nostri, portata avanti dal desiderio di spingere la creatività, la moda e il Made in Italy, rivalutando in chiave contemporanea l’esclusività e il prestigio noti in tutto il mondo.
Cinque anni fa, Enrico Pizzardo, giovane rodigino leader del marchio, sta attraversando le autostrade del Canada, diretto al campionato del mondo di kick boxing e all’improvviso nota su un tir nordamericano la scritta BULK. A metà tra il macigno e l’esclamazione, questa sigla grossa e concreta diventa il nome giusto per descrivere il suo progetto. Dopo un’esperienza lavorativa in Diesel, Enrico è pronto a lanciare il proprio marchio e volendo fare uno stile che secondo lui manca, avvalendosi del genio creativo del suo braccio destro Alessandro Raise, giovane grafico.

Sintesi, forza e fantasia, questa la triade perfetta. Nelle collezioni BULK si nota uno stile minimal ma incisivo, attento a soddisfare principi quali la qualità e la ricerca grafica.
La linea BULK propone un suo stile originale, rifiniture molto curate, la collezione, che non è ancora un total look, è specializzata per ora su felperia e maglieria sviluppata a 360 gradi. Bulk ricerca la sperimentazione, e le sue collezioni propongono svariati stili.

Tutti i capi sono prelavati e trattati agli enzimi, e realizzati con tessuto naturale 100% cotone. La tecnica di stampa e dei trattamenti è varia e sempre innovativa, e la fattura risulta davvero eccellente poiché il capo viene seguito in ogni suo minimo passaggio in maniera quasi maniacale. Nel marchio Bulk tutto è italiano e principalmente veneto, dai fornitori ai realizzatori, in un progetto che mira a spingere il Made in Italy, attento e sensibile al problema dello sfruttamento minorile: dalla creazione alla produzione, tutto è realizzato in Italia, scegliendo il cotone migliore, la cura nelle rifiniture, i migliori rivenditori e una ricerca grafica moderna che attinge al mondo della musica, dell’arte e della comunicazione, fondendosi in un prodotto qualitativamente molto alto.

Dal 2005 il marchio BULK è distribuito in più di 100 punti vendita italiani ultra selezionati, approdando anche all’estero, in Svizzera e in Giappone.
BULK partecipa annualmente a Pitti Uomo Firenze e ha partecipato lo scorso inverno a Bread & Butter a Berlino, la rinomata fiera casual wear che ogni anno ospita i marchi più attuali e in linea con la moda.
La collezione BULK 2011, estremamente all’avanguardia, si focalizza sul tema scottante della fine del mondo del 2012 profetizzata dagli antichi Maya: The Last Party è il nome della linea che strizza l’occhio a questo doomsday pagano, coniugando attualità e ironia. Questo è il mood della collezione, stampe e slogan che rimandano all’apocalisse, ma che lo fanno con gusto quasi scanzonato da presa in giro. Chi rimarrà dopo quest’ultimo party? Solo i migliori, ai posteri e … ai postumi, l’ardua sentenza. Questo clima si rispecchia sullo stile: capi destroyed, decostruzioni, tagli a vivo, effetto sdrucito ed etichette cucite a punto e croce.

I progetti sono molteplici: continuare a spingere la ricerca grafica con collezioni sempre più urgenti e attuali, partecipare ai migliori showroom e aprirsi sempre di più al mercato internazionale, rimanendo saldi a principi forti come la qualità e il valore Made in Italy.
Questo è BULK, una ventata di freschezza con i piedi per terra.