T-shirt stramate: Raquel Allegra

Tutti noi, nel corso della nostra adolescenza, prima o poi ci siamo affezionati ad una (o più) t-shirt. Probabilmente era quella del nostro gruppo preferito, oppure quella che stava così bene addosso, o quella così morbida al tatto sebbene ormai avesse i colori sbiaditi e fosse rotta, bucata o con le cuciture completamente andate.
Legati dai ricordi eravamo pronti a portarla in qualsiasi momento nonostante fosse ormai uno straccio; anzi, ci piaceva proprio per quello.

Una designer americana, originaria di Berkeley in California, ha usato vecchie tees e ne ha fatto dei capi di grande eleganza a metà strada tra un immaginario punk/grounge e atmosfere romantiche: si chiama Raquel Allegra e le sue maglie sono ormai diventate famose in tutto il mondo, amate dai buyers e dalle celebrities.
Il tutto è nato dal grande senso estetico di Raquel che, nata in un ambiente famigliare ad alto tasso artistico, ha iniziato realizzando t-shirts decostruite per poi arrivare alla messa a punto di una tecnica particolare con cui crea le sue emblematiche shredded tees.

Raquel crea t-shirt oversized, asimmetriche, morbide che hanno un’origine molto particolare. La sperimentazione continua ha portato al riciclo di vintage shirts provenienti non dal solito circuito dell’usato, ma dal Los Angeles Country Prison System. La tecnica segreta con cui interviene sulle t-shirt permette di ottenere da queste dei lunghi abiti, trasparenti e leggerissimi come se la trama del tessuto venisse allargata e privata così della propria consistenza originaria.
Ogni maglia è hand-made e one-of-a-kind-pieces, il ché presuppone naturalmente che ogni capo sia unico nelle sue imperfezioni e nella sua individualità.

L’effetto creato attraverso questo processo di lavorazione è strabiliante e nuovo all’interno delle proposte moda; dona a semplici magliette un nuovo significato più sofisticato dove il carattere strappato/stracciato non è più da associare a qualcosa di rovinato e brutto, ma a qualcosa di estremamente interessante e significativo.
La costante ricerca di Raquel Allegra è continuata nel tempo ed ha portato nel 2009 all’ampliamento della collezione verso nuove textures, includendo materiali come lino, cashmere e pizzo francese, contribuendo ad aumentare così quel mood “romanticamente distrutto” che da sempre contraddistingue le sue creazioni.
Ad oggi la collezione comprende non solo le tees ma anche altri capi d’abbigliamento che però fanno da contorno a quelli emblematici di questa designer.
Dati i risultati speriamo che la sua ricerca continui incessante verso nuovi risultati, ovviamente la terremo d’occhio per voi!