Emmablu, secondo atteso album

Gli Emmablu, Max Vita (voce e chitarra), Gianmario Ferrario (chitarra), Eduardo Scarpati (basso) e Alessio Donati (batteria e percussioni) nascono come spesso accade come cover band. Iniziano nel varesotto riproponendo gruppi assai più famosi come Led Zeppelin o Jimi Hendrix, emergendo seppur lentamente nel difficile e districato scenario musicale italiano. Nel 2008 pubblicano il loro primo album lasciando intuire quanto di buono erano capaci di fare.

A due anni di distanza cercano di bissare il buon esordio con Eden, il nuovo album in uscita il 22 Ottobre. Tante le novità in questo album, ad iniziare dalla volontà da parte della band di autoprodurre totalmente l’opera nel loro studio, divenendo così artigiani oltre che artisti del proprio prodotto. Abbandonano quindi le Officine Meccaniche, il prestigioso studio di Mauro Pagani dove avevano registrato il primo album.
Anche in questo disco le influenze dei gloriosi anni (passati) del rock sono evidenti ad iniziare dalla presenza di parti puramente orchestrali per arrivare all’assidua presenza di sua maestà sintetizzatore. Un rock tendenzialmente psichedelico che si adatta all’oggi senza dimenticare cosa era ieri.