Ivano Atzori & Absolut: One size fits all

Il famoso brand eclettico, Absolut, che annovera una tradizione d’importanti eventi legati alle diverse espressioni artistiche d’avanguardia, si conferma ancora una volta sempre attento ai fenomeni emergenti. Il progetto di Ivano Atzori, One size fits all, che possiamo trovare in questi giorni a Milano dal 25 al 27 settembre presso palazzo Morando, ne è un esempio. Promosso in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, arruola i migliori interpreti del panorama della moda internazionale e contemporanea come, Haider Ackermann, Neil Barrett, Ennio Capasa, Missoni, N°21, Raf Simons, Riccardo Tisci, Vivienne Westwood, Bernhard Willhelm che inaugurano questa nuova collezione definita anche molto provocatoria interpretando al meglio l’oggetto-icona simbolo della collezione: il passamontagna.

Questo copricapo ha sempre protetto il volto dell’artista e ora diventa il mezzo che lo ricollega al suo pubblico, evocando dei sentimenti differenti tra di loro, un’inquietudine psicologica legata allo stesso tempo ad una forte sicurezza fisica. Un oggetto-icona, il passamontagna, che colpisce l’artista attraverso le sue linee delicate ed eleganti facendo nascere un equilibrio forte accostandolo vicino ad uno smoking o ad una décolleté.
Una collezione composta da pezzi unici, realizzati da personalità differenti che spiccano per talento e ricerca.
Al centro dello spazio mostra troviamo l’estetica dei passamontagna sorretti da piedistalli creati appositamente per l’esibizione, attorno da 15 stampe fotografiche di grandi dimensioni che ritraggono immagini intime e custodite ma al tempo stesso romantiche e provocatorie. Un incontro squisito tra le tre diverse forme d’arte per eccellenza, arte contemporanea, moda e fotografia. In cui l’ossessione nella scelta di un unico soggetto femminile si mischia ai protagonisti del percorso artistico, urbano e provocatorio dell’artista, arrivando a derubare gli stessi ritratti del soggetto e perciò il passamontagna diventa protagonista assoluto nascondendo i volti, ma liberando gli occhi che ci seducono, attirano e interrogano.