Concept-Brand no gender: Ümlaut

Quanti o quante di noi, nel momento topico dello shopping più sfrenato, si ritrovano a pensare: bello questo, peccato che sia da uomo/donna?
Bene ecco arrivato un brand che non permette questa domanda, ma che anzi rende libera la scelta abbattendo completamente le barriere tra i sessi. Si chiama ÜMLAUT ed è un brand nato nel recentissimo 2009, risultato progettuale ed operativo della concept designer Matilde Serrini. Questo brand però non è solo un marchio di abbigliamento, bensì è un concetto, un mood che viene declinato attraverso molti aspetti dell’espressione artistica quali la fotografia, il video, la moda, il cibo e la grafica.

umlaut no gender

Nello specifico ÜMLAUT è nato a seguito di una ricerca, portata avanti da Matilde, rispetto ad elementi sociologici ed antropologici che hanno portato all’osservazione di un fenomeno di tendenza. Il trend rilevato è stato quello di un progressivo e forte avvicinamento (a volte anche annullamento) delle barriere tra i generi maschile e femminile. Il primo campo di osservazione reale è stato l’abbigliamento, in cui spesso si nota questo carattere fortemente ibrido, ed è da qui che è nata l’idea di creare una linea che ridefinisse in modo preciso il carattere di “unisex” tramutandolo nel “no gender” in cui davvero gli stessi capi sono ad uso arbitrario sia del mondo maschile, che di quello femminile senza distinzione alcuna di vestibilità o taglie.

umlaut no gender

umlaut no gender

I capi ÜMLAUT per la stagione d’avvio vedono la collaborazione tra Matilde e lo stilista Giovanni Evaristo Marras che, per le collezioni G.E.M. ONE LOVE*ONE SIZE, ha lavorato sull’assemblaggio della pashmina, mentre per la prossima collezione sta progettando un nuovo utilizzo delle stoffe tipiche delle gonne sarde.

I capi proposti da questo brand sono pezzi a modo loro “basici” che, non avendo un genere di riferimento, sono fortemente personalizzabili (attraverso accessori per esempio) avendo così la capacità di adeguarsi totalmente a colui che li indossa, avendo modo di esaltare fortemente la propria individualità. Molto importante in questo senso sono le modellature attraverso cui questi capi sono concepiti; data la loro prerogativa unisex non sono mai completamente strutturati sul corpo ma si lasciano modellare, permettendo libero spazio alla fisicità che devono vestire, ed è proprio per questo che le taglie non vengono sviluppate nelle collezioni. Sono vestibilità morbide ed avvolgenti molto femminili ma anche talmente duttili da poter essere indossate con disinvoltura anche dagli uomini; è uno stile ad alto contenuto concettuale e di ricerca che viene accompagnato anche da accessori NO GENDER creati ad hoc per la collezione.
Altro elemento importante del mondo ÜMLAUT è che tutte le produzioni realizzate, sia per l’abbigliamento che per gli accessori e le stampe, sono autoproduzioni che garantiscono unitamente alla qualità dei materiali, anche un fondamentale controllo sulla produzione permettendo anche un libero dialogo con il cliente nel caso di personalizzazione dei capi.

umlaut no gender

Un nuovo modo di vestire nasce da questo brand così concettualmente strutturato ma aperto totalmente a qualsiasi tipo di collaborazione con designer e autoproduttori, il tutto finalizzato allo scopo comune di riuscire a creare qualcosa di nuovo e, nello stesso tempo, di qualità esplorando con sempre maggiore attenzione quello è che un mondo a parte, una terra franca dell’espressione in cui il maschile e il femminile non esistono, ma dove la fa da padrone una libertà individuale fortissima che può solo che piacere.

Per ora i capi ÜMLAUT sono acquistabili in alcuni shop nell’aria torinese e fiorentina, oppure ordinabili online all’indirizzo mail: infoumlaut@gmail.com.
Allora buono shopping!