Dall’Australia: Gail Sorronda

Viene da Birsbane (Australia) Gail Sorronda, giovane designer che comincia a spopolare e a farsi conoscere nel nostro paese a fronte di un duro lavoro cominciato nell’ormai lontano 2005 quando, terminati gli studi in Fashion Design, è stata la vincitrice del prestigioso premio Mecedes-Benz Start-Up Awards con la sua collezione Angel at my Table.
Da quel momento in poi il suo percorso, seppur ricco di avversità, l’ha portata a Parigi e in seguito ad ottenere contatti importanti dal punto di vista produttivo proprio qui in Italia.
Le collezioni di Gail, negli anni, dimostrano la sua crescita non tradendo però la visione fantastica tipica di questa 27enne. Le sue creazioni sono legate da un filo conduttore che è la sua esperienza, declinata ogni stagione in modo diverso mantenendo però sempre alcuni elementi fissi come dettagli strutturali quali maniche a sbuffo, ampie ed elaborate, gonne corte (anzi cortissime) ma gonfie. Si alternano elementi dark come l’utilizzo di ampi strati di tulle nero ad elementi più giocosi come nastri e frange, per non parlare dei suoi copricapi.

Il nero e il bianco la fanno da padroni in una dicotomia cromatica che, sebbene possa apparire piatta ha una sua logica all’interno del racconto che è la collezione. Sebbene questi due estremi abbiano caratterizzato la sua espressione, dal punto di vista dei colori che è un elemento basilare nel lavoro di un fashion designer, nell’ultima collezione presentata alla Melburne Fashion Week è avvenuto un cambiamento: Gail si è aperta al dorato.
Ogni esperienza vissuta dalla stilista viene tradotta in un dettaglio o ispira il mood della collezione, che ad esempio è divenuta più sartoriale da quando ha intensificato i contatti con l’Italia. Ogni collezione ha un nome, come anche ogni capo, il che da un senso di estrema coesione per quanto riguarda la sua logica creativa.
Da tutto questo risulta un gusto che ci trasporta in un mondo fiabesco, abitato da bambole e da personaggi fantastici visti però sotto una luce tagliente e, a volte, cupa che però rende intriganti le proposte di questa giovane designer.

Gail va avanti per la sua strada creando le sue collezioni e rendendoci partecipi del suo mondo incantato, tanto che comincia a ottenere riscontri davvero positivi, soprattutto nell’ultimo periodo.
E’ stata infatti finalista nel 2010 all’interno del concorso L’Oréal Melbourne Fashion Festival Designer Award e, ultimo in senso cronologico ma non il meno importante, è stata di recente selezionata all’interno del concorso indetto da Vogue Italia “Who Is On Next?” nella sezione prèt-à-porter. Ha sfilato a Roma sabato 10 Luglio durante la settimana dell’Alta Moda, e presto sicuramente troveremo la sua proposta anche sulle patinate ed illustrissime pagine di Vogue.

Il suo sito www.gailsorronda.swappler.com